Plusvalenze Juventus, si va verso un esito positivo: due gli scenari

Plusvalenze Juventus sentenza - Si attende ad ore la decisione sul ricorso della Juventus circa la penalizzazione di 15 punti per il caso delle plusvalenze. Già da giorni in casa bianconera circola cauto ottimismo che sta crescendo proprio in queste ore. Alla base di questo giustificato sentore le dichiarazioni del procuratore generale dello sport: "rispetto all'articolo 4 sotto il profilo della 'carente' motivazione temo che effettivamente il profilo di colpa, nella sanzione in punti alla squadra vi sia una 'carenza' da apprezzare e valutare in un nuovo giudizio, quindi a un rinvio per un nuovo giudizio da parte della Corte".

Plusvalenze Juventus sentenza: due ipotesi

Il procuratore Ugo Taucer ha anche aggiunto che: "Ritengo che l'operato della procura federale sia stato corretto. Mi sento quindi di affermare che le argomentazioni di controparte non colgono il punto". Da un lato conferma il quadro accusatorio, dall'altro invece conferma il vizio sull'art. 4. Questa situazione non fa che alimentare le speranze dei legali e dei tifosi bianconeri circa l'annullamento della sanzione. Questa sarebbe ovviamente l'ipotesi più rosea per la Juventus, ovvero la restituzione in toto dei 15 punti sottratti. La possibilità più concreta invece potrebbe essere quella di una sostanziosa riduzione della pena dopo il rinvio della decisione.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Alessandro Budel: "L'Italia può arrivare fino in fondo. Juve, a Thiago Motta servirà tempo. Parma da salvezza tranquilla, Nicola per la panchina del Cagliari"

In questo caso però, il Collegio di Garanzia dovrebbe rimandare tutto alla Corte d'Appello che in tempi rapidi si pronuncerebbe in 15 giorni. A quel punto però, la nuova sentenza sarebbe nuovamente appellabile dal Collegio di Garanzia del Coni con altri 60 giorni di tempo. In questo caso quindi una decisione ufficiale e definitiva arriverebbe solo a campionato ormai finito.