Inzaghi su Juve-Inter: "Si è verificato quello che avevamo prospettato. Ci prendiamo il pareggio"

Termina 1-1 il match all'Allianz Stadium. Al momento gli uomini di Inzaghi sono in vetta a +2 sui bianconeri. Il ritorno al gol del serbo non basta ai bianconeri per affermarsi. L'Inter rimane ai vertici della classifica, con le inseguitrici Napoli e Milan che accorciano il distacco.

Inzaghi su Juve-Inter

Inzaghi su Juve-Inter dopo la fine del match terminato per 1-1 all'Allianz Stadium. Al momento gli uomini di Inzaghi sono in vetta a +2 sui bianconeri. Abbiamo potuto notare una sfida dai ritmi bassi e poche occasioni nella ripresa. Importante chance in avvio per Thuram e Chiesa, il match lo sblocca Vlahovic su assist di Chiesa. Il pareggio di Lautaro Martinez giunge in maniera quasi immediata, un assist perfetto di Thuram. Inzaghi sulla sfida: "Ci prendiamo il pareggio, non è semplice segnare a loro. Non avrei firmato per il punto perché volevamo vincere".

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Lecce-Atalanta: le scelte di Gotti e Gasperini

Inzaghi su Juve-Inter: "Sul loro vantaggio dovevamo fare meglio"

Termina 1-1 il match all'Allianz Stadium, Vlahovic porta a segno la prima rete e Lautaro non si fa pregare troppo. Il resto della sfida rimanere invariata, sia sull'andamento che sulle occasioni di gioco. Il derby d'Italia non cambia la situazione ai piani altissimi della classifica. L'Inter capolista allunga a 7 la striscia di gare utili consecutive e resta a +2 sulla Juventus. Le parole del ct Inzaghi nel post partita: "Ci prendiamo il pareggio, non è semplice fare gol alla Juve che si difende bene. Siamo rimasti concentrati, grandissimo gol con un’ottima giocata. Sul loro vantaggio dovevamo fare meglio: il pallone era nostro, dovevamo chiudere il tiro di Vlahovic. Nel secondo tempo non abbiamo creato molto. La Juve è un’ottima squadra, ma non avrei firmato alla vigilia per il pari perché si voleva vincere".

Leggi anche:  Juventus, ufficiale l'esonero di Allegri. Il comunicato del club. Scelto il tecnico ad interim

"Spazi stretti, difficile trovare linee di passaggio"

Il ritorno al gol del serbo non basta ai bianconeri per affermarsi. L'Inter rimane ai vertici della classifica a +2, con le inseguitrici Napoli e Milan che accorciano il distacco. Interessante il parallelo con il derby dell’Italia dello scorso campionato: "La squadra ha fatto quello che doveva fare. È stata una partita identica all’anno scorso, ma l’avevamo persa nonostante avessimo creato di più. C’è sempre un avversario di fronte, ma siamo venuti a Torino contro la seconda in classifica per fare una partita di padronanza. In svantaggio diventa ancora più difficile". E sulla condotta del match: "Si è verificato quello che avevamo prospettato. Juve in attesa e pronta a ripartire, in mezzo alle linee potevamo trovare spazi ma era molto difficile. Calhanoglu non era marcato a uomo. Spazi stretti, difficile trovare linee di passaggio".

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Torino-Milan: le scelte di Juric e Pioli

Una sfida che ai punti forse Inzaghi avrebbe meritato di più. Ma è giusto dire che, mister Allegri, che nella ripresa resta a secco di conclusioni, tiene comunque botta. Un segnale importante considerando che il tecnico livornese non avrà gli impegni europei e potrà gestire meglio le energie. Il campionato era e resta apertissimo.