Espulsione Krstovic in Milan-Lecce, spunta l'audio del Var: "Ma come rosso?!" - VIDEO

Nel consueto appuntamento con Open Var su Dazn è stato analizzato il cartellino rosso di Krstovic a San Siro in Milan-Lecce. L'espulsione dell'attaccante giallorosso è stata comparata anche con l'episodio accaduto oggi durante Frosinone-Bologna e che ha visto protagonista Saelemaekers

Nel consueto appuntamento di Open Var su Dazn è stato analizzato l'episodio che ha portato all'espulsione di Nikola Krstović per l’intervento a gamba alta su Samuel Chukwueze al termine del primo tempo di Milan Lecce, match terminato 3 a 0 a favore dei rossoneri e valido per la 31esima giornata di Serie A. CLAMOROSO l'audio del Var che è stato riprodotto durante la puntata. Inoltre, l'esplusione dell'attaccante giallorosso è stata comparata all'episodio accaduto oggi in Frosinone-Bologna e che ha portato all'ammonizione di Alexis Saelemaekers. Ecco di seguito il dialogo tra il direttore di gara Massimi e la sala VAR.

Espulsione Krstovic: il dialogo tra l'arbitro e la sala VAR

Ecco di seguito il dialogo del direttore di gara di Milan-Lecce, Luca Massimi, con la sala VAR sull'espulsione di Nikola Krstovic e il commento del responsabile Aia Favini.

ARBITRO – "Fallo per la difesa".

SALA VAR – "Com’è questo fallo? Giallo, gli fa giallo. Piede alto sulla spalla, vediamolo dall’alto. È brutto però prova a prendere il pallone, secondo me non c’è violenza. Rosso. Come rosso? Ha fatto rosso! Ah, allora va bene dai. Non avevo visto il colore del cartellino, poi non parla… Confermiamo assolutamente, certo. Check completato e rosso confermato".

COMMENTO FAVINI - "Prima il var fraintende il colore del cartellino. L'intervento è contemplabile nella casistica del grave fallo di gioco. Krstovic prova a giocare il pallone, ma il grave fallo di gioco lo prevede. C'è intensità, ci sono i tacchetti esposti, quindi i parametri ci sono tutti per la casistica del rosso. È diversa la specifica, non è condotta violenta, ma grave fallo di gioco, se metto a rischio l'incolumità del giocatore è importante valutarlo".