Calcio scommesse in Serie C: indagini su Virtus Verona-Gubbio

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

C’è l’ombra del calcio scommesse per quanto concerne il campionato di Serie C. Stando a quanto riporta La Repubblica, sono emersi i nomi di un arbitro e del match coinvolto in questo scandalo. La partita in questione sarebbe Virtus Verona-Gubbio, giocata il 12 gennaio e sospesa a 11 minuti dal fischio finale.

L‘arbitro di questa sfida era Luigi Catanoso, il quale finì per sospendere il match per via di alcuni problemi fisici a lui accorsi. La sospensione del match avvenne a 11 minuti dalla fine. A seguito di questa decisione, la partita avrebbe avuto un seguito nei giorni successivi, partendo proprio dagli undici minuti finali da giocare per portarla a termine.

Il match è stato sospeso con il Gubbio in vantaggio per 1-0, mentre i bookmakers registravano flussi di scommesse anomale sull’esito opposto della gara. Questi flussi provenivano dalla Calabria. Come ricorda Goal.com, la sospensione del match avrebbe evitato agli scommettitori di recuperare le cifre spese sulle puntate.

Catanoso si è dichiarato estraneo ai fatti dopo aver contattato l’AIA ieri, ma ci sono delle ombre rilevanti riguardo partite da lui dirette nel campionato Primavera e che registravano numeri elevati di scommesse.

Anche la FIGC sta indagando sui fatti, interrogando allenatori e giocatori delle due squadre coinvolte.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: