Presunta combine Picerno-Bitonto, il sindaco di Bitonto: “Non accettiamo sentenze da chi magistrato non è”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi

 

Sono in corso le indagini che riguardano la sospetta combine tra Picerno e Bitonto in Serie D. Il match imputato è quello del 5 maggio 2019, finito 3-2 per il Picerno. Qualora vengano confermate le accuse, il Bitonto neo promosso in Serie C potrebbe essere penalizzato, lasciando così strada al Foggia per l’approdo nel professionismo.

Dopo il comunicato ufficiale del Picerno relativo a questa vicenda ha parlato anche il sindaco di Bitonto, Abbaticchio, che ha rilasciato questo messaggio:

Oggi mi hanno chiesto come ha reagito la nostra comunità alle notizie che stanno circolando sulla società neroverde. Io rispondo solo che siamo stanchi di sentirci catalogati in un certo modo. Stanchi di sentire parlare di “storia” in rapporto a società “più blasonate”. Stanchi di essere considerati l’eterna Cenerentola che non arriva al ballo regale. La magistratura farà il suo lavoro e noi lo accetteremo con la dignità che ci caratterizza. Sia chiaro. Ma non accetteremo le sentenze emesse da chi magistrato non è. Non accetteremo processi sommari e non accetteremo neanche una parola fuori posto sullo stemma di questa Terra. Siamo stanchi del qualunquismo, dei luoghi comuni, della pubblicità negativa oltre i nostri stessi limiti. È il momento di stringerci, insieme, al nostro nome e alla nostra vita di tutti i giorni. Forza Bitonto: ora più che mai”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie C, dove vedere Padova-FeralpiSalò streaming e diretta TV: Rai Sport o Eleven Sports?