Esonero Di Francesco, oggi call Pallotta-Monchi: fiducia a tempo o decisione immediata? Le ultime

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Eusebio Di Francesco – Foto Getty Images© scelta da SuperNews 

È bufera in casa Roma dopo il pareggio choc di Cagliari. Al termine della sfida della Sardegna Arena, il presidente James Pallotta ha parlato al portale corrieregiallorosso.com spiegando le sue perplessità: “È una disgrazia, un disonore, questa squadra non si rende conto che le partite durano novanta minuti, imbarazzante“. E a questo punto torna sulla graticola il tecnico Eusebio Di Francesco. Oggi, mentre i giallorossi tornano ad allenarsi per la trasferta di Champions League contro il Viktoria Plzen, è prevista una conference call tra lo stesso Pallotta ed il direttore sportivo Monchi. Sempre il numero uno giallorosso ieri rimandava ogni decisione sul futuro dell’allenatore proprio allo spagnolo, da sempre schierato a favore del mister abruzzese. Eppure qualcosa potrebbe accadere proprio in queste ore: sono appena due le vittorie negli ultimi due mesi, con dieci punti conquistati nelle ultime otto partite. Un ruolino di marcia da zona retrocessione e non da squadra che ambisce alla qualificazione alla Champions League, obiettivo che questa sera, in caso di vittoria del Milan, potrebbe essere distante sette punti. Un’eternità. Considerando anche la scarsa continuità dei giallorossi. Tutto troppo brutto per essere vero, adesso potrebbe servire una sterzata e il cambio tecnico non è più un’utopia.

Esonero Di Francesco, fiducia a tempo o addio immediato? Le novità

Come detto oggi è in programma una conference call tra James Pallotta e Monchi. Quest’ultimo avrebbe intenzione di dare ulteriore fiducia all’abruzzese: la partita chiave potrebbe essere quella di domenica prossima contro il Genoa. Ma non sono da escludere decisioni importanti già oggi. Al netto delle dichiarazioni del patron giallorosso, potrebbe essere davvero lui a dettare il cambio in panchina. La Champions è troppo lontana ora, serve risalire la classifica al più presto, altrimenti sarà troppo tardi. Ma chi potrebbe subentrare in caso di esonero di Di Francesco? I nomi che circolano sono sempre gli stessi: Paulo Sousa, che si è offerto più volte, sarebbe in cima alla lista, a seguire Vincenzo Montella (grande amico di Di Francesco) e Roberto Donadoni. Nomi che non entusiasmano la piazza, del resto si sa, i tifosi giallorossi vorrebbero in panchina un top come Antonio Conte.

  •   
  •  
  •  
  •