Doping Ciclismo, W52/FC Porto, sostanze proibite nelle camere dei corridori? Adriano Quintanilha spiega tutto

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Doping Ciclismo W52/FC Porto
Doping Ciclismo W52/Fc Porto. Il doping è una tematica ancora presente nel mondo del ciclismo. Questa volta riguarda la formazione Continental W52/FC Porto che nella giornata del 25 aprile ha ricevuto un blitz da parte della polizia giudiziaria portoghese. Durante il blitz, la squadra era impegnata in una corsa, ma l’indagine è partita e corridori e componenti dello staff sono stati bloccati. In questi giorni l’indiscrezione è il ritrovamento di alcune sostanze proibite nelle camere dei corridori, per cui questi ultimi verranno sottoposti ai test antidoping.

Doping Ciclismo W52/FC Porto, le dichiarazioni di Adriano Quintanilha

Sulla vicenda si è espresso il team manager Adriano Quintanilha che in un’intervista al quotidiano Bola ha chiosato al riguardo della situazione: Credo nelle parole dei corridori quando mi dicono che sono puliti e di non avere paura perché gli esami del sangue e delle urine effettuati domenica saranno negativi. Se è stata sequestrata una sostanza proibita nelle loro stanze o nelle loro case, allora dovranno rispondere.  Ma da quello che dicono mi fido di loro, ed è per questo che ho deciso di riunire il gruppo. La squadra non è sospesa dalla federazione o dall’UCI e possiamo gareggiare, purché venga regolarizzata la situazione del direttore sportivo, cosa che avverrà a breve”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: