Froome lancia l’allarme: “Troppi corridori sfiniti e stremati dopo la prima settimana.”

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Froome lancia l'allarme
Froome lancia l’allarme sulle condizioni dei corridori dopo la prima settimana di corsa che si è conclusa ieri. Il corridore si è espresso ai microfoni di Spazio Ciclismo, prima del giorno di riposo spiegando: “È stata una delle prime settimane di Tour più veloci che io ricordi. Molti giorni con il vento a favore, quindi la velocità era molta e c’erano meno posti per nascondersi in gruppo dal vento. Non ricordo mai così tanti corridori stremati alla fine della prima settimana. Io stesso sto soffrendo molto al petto negli ultimi giorni, ma fortunatamente non è Covid. Il morale è alto nel team, cerchiamo le fughe ogni giorno, oggi avevamo due corridori davanti, ma non era il nostro giorno, continueremo a provarci, questo è sicuro”.

Froome lancia l’allarme. Le dichiarazioni

Froome ha spiegato anche le sue sensazioni sul suo stato di forma, sottolineando: “Ho dovuto lottare un po’ con questo problema al petto, ma ora sto un po’ meglio, già da ieri. Quindi magari con il giorno di riposo recupererò di più e magari proverò a essere protagonista nella seconda parte di gara con l’arrivo delle montagne”.
Riuscirà il britannico del team Israel a conquistare almeno una vittoria di tappa in questo?

  •   
  •  
  •  
  •