Doping, positivo il campione Gonzalez. Rischia una maxi squalifica

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Doping, positivo il campione Gonzalez

Doping, positivo il campione Gonzalez. Il male del ciclismo è sempre dietro l’angolo e anche il nuovo anno è arrivato con una brutta notizia. Infatti, è stato trovato positivo all’Epo e al Tramadol il campione di ciclismo dilettantistico Iñigo Gonzalez.
La formazione dilettantistica iberica Club Ciclista Padrones Cortizo ha dato la comunicazione della positività di un test antidoping del corridore 23enne, effettuato lo scorso 4 luglio.

Doping, positivo il campione Gonzalez. Ecco cosa rischia

Per il mondo del ciclismo, il nuovo anno si apre con una brutta notizia legata anche una volta al doping. La positività di Gonzales all’EPO e al Tramadol riapre una pagina nera del mondo della bicicletta.
Il corridore Gonzalez si trova attualmente senza squadra, ma il suo ex team ha voluto dare comunicazione della sua positività ad un controllo antidoping. Lo stesso è stato sospeso e stando alle prime indiscrezioni trapelate in questi giorni, rischia una maxi squalifica di quattro anni. Il talento spagnolo, classe 1999 è giunto tredicesimo ai campionati nazionali nella prova in linea. Questo risultato che gli è valso il titolo spagnolo tra i dilettanti. Ora non resta che attendere lo scorrere del tempo e monitorare il corso della giustizia per capire il lasso di tempo della squalifica dello stesso giovane corridore.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ciclismo, Daniel Martinez verso il Tour de France: Classiche delle Ardenne tra gli appuntamenti principali
Tags: