Giro d’Italia, Sagan beffato, Van Der Hoorn anticipa il gruppo.

Pubblicato il autore: andrea terreni


Oggi una tappa della corsa rosa con arrivo molto mosso a Canale. Un grande lavoro della Bora – hansgrohe viene vanificato dall’impresa di Taco Van Der Hoorne nella terza frazione del Giro d’Italia, Sagan beffato dall’olandese.

La volata per il secondo posto è vinta da Cimolai che batte di mezza ruota il tre volte Campione del Mondo Sagan.

Giro d’Italia, Sagan fa la corsa ma non basta

Il gruppo lascia andare via una fuga di 8 uomini che arrivano ad avere un vantaggio massimo di 5 minuti. Sulle tre asperità di giornata, tutte GPM di 4° categoria, il forcing della Bora per Sagan fa saltare qualche velocista tra cui Giacomo Nizzolo. Davanti la fuga si sgretola e Van Der Horn resta solo al comando.
Ci provano Ciccone e Gallopin sul Manera, riuscendo ad uscire dal gruppo ma restando a metà tra la testa della corsa e il gruppo stesso. I due vengono ripresi ai -3 ma solo la Bora e la Cofidis sembrano interessate ad andare a riprendere l’olandese Van Der Horn, che riesce per poche decine di metri a beffare il gruppo e andare a cogliere la prima, importantissima, vittoria stagionale. Filippo Ganna della INEOS è ancora la Maglia Rosa.

I delusi di giornata di questa terza tappa del Giro d’Italia sono Sagan e Viviani, rispettivamente 3° e 4° al traguardo. Domani a Sestola una tappa molto impegnativa per tutti.

ORDINE D’ARRIVO

    1. Taco Van der Hoorn  (Intermarchè)
    2. Davide Cimolai (Israel Start-Up) +0:04
    3. Peter Sagan (BORA – hansgrohe) +0:04
    4. Elia Viviani (Cofidis) +0:04
    5. Patrick Bevin (Israel Start-Up) +0:04
  •   
  •  
  •  
  •