MotoGP, Andalusia, Valentino Rossi: ‘Con queste temperature la gara sarà veramente difficile per tutti’

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui


Oggi, domenica 26 luglio alle ore 14 prenderà il via il secondo round della MotoGP. I piloti della top class, a distanza di una sola settimana, dovranno affrontare il circuito ‘rovente’ di Jerez de la Frontera per il Gran Premio di Andalusia. Al termine delle qualifiche, Fabio Quatararo ha conquistato la pole position con il tempo di 1’37.007. Il Dottore partirà dal quarto posto in griglia.

Gran Premio di Andalusia, warm up

Fabio Quartararo, poleman,  è stato il più veloce anche nel wam up con il crono di  1’37.710. Secondo posto Desmo Dovizioso (+0.114), terzo tempo per Vinales (+0.138). Mentre Pecco Bagnaia ha chiuso la sessione di warm up in quarta posizione (+0.152). Valentino Rossi ha fatto registrare il 12° tempo (+0.478).

1) Fabio QUARTARARO 1’37.710
2) Andrea DOVIZIOSO 1’37.824
3) Maverick VIÑALES 1’37.848
4) Francesco BAGNAIA 1’37.862
5) Takaaki NAKAGAMI 1’37.902
6) Brad BINDER 1’38.002
7) Aleix ESPARGARO 1’38.018
8) Joan MIR 1’38.025
9) Franco MORBIDELLI 1’38.039
10) Pol ESPARGARO 1’38.072
11) Danilo PETRUCCI 1’38.139
12) Valentino ROSSI 1’38.188
13) Miguel OLIVEIRA 1’38.198
14) Jack MILLER 1’38.256
15) Johann ZARCO 1’38.342
16) Alex MARQUEZ 1’38.701
17) Cal CRUTCHLOW 1’38.715
18) Iker LECUONA 1’38.824
19) Bradley SMITH 1’38.958
20) Tito RABAT 1’39.305
21) Alex RINS 1’43.557

Al termine delle qualifiche di sabato: Valentino Rossi in lotta tra i migliori

Valentino Rossi ha dato prova di aver fatto grandi passi in avanti rispetto al Gran Premio di Spagna della settimana passata. Anche grazie ad un accurato lavoro di setting sulla Yamaha M1. Il pesarese ha affermato di essere “in buona posizione per lottare per il podio”. Il lavoro sulla sua Yamaha numero 46 è proseguito, comunque, anche dopo le sessioni Q2 per migliorare “il ritmo sulla lunga percorrenza”. Valentino ha esposto la sua necessità di migliorare ancora in “due o tre punti” del tracciato di Jerez de la Frontera. Infine, il campionissimo di Tavullia ha sottolineato che “con queste temperature la gara sarà veramente difficile per tutti”. Quello odierna, a suo avviso sarà la “più calda disputata in MotoGp”. In conseguenza di questo potrebbe succedere di tutto e nelle fasi della gara entreranno in gioco “diversi fattori”.

  •   
  •  
  •  
  •