Valentino Rossi partirà decimo, ma la rimonta è possibile.

Pubblicato il autore: Francesco Marcucci Segui


Valentino Rossi partirà dalla decima posizione domani, quando sul circuito di Le Mans si spegneranno i semafori per dare il via al nono appuntamento del campionato del mondo di MotoGp. Nonostante la partenza dalla quarta fila, per il nove volte iridato la rimonta è ancora possibile, visto il passo fatto registrare oggi durante la sessione di qualifiche.

Valentino Rossi partirà decimo a Le Mans

Valentino Rossi: “Partire dalla quarta posizione è complicato, cercheremo di fare il massimo”

Valentino Rossi partirà decimo domani, quando sul circuito di Le Mans, in Francia, si terrà il nono appuntamento del Motomondiale. L’obiettivo del nove volte iridato è quello di tentare la rimonta per cercare di recuperare punti preziosi per il campionato.

Una qualifica complicata

Non sarà un’impresa facile visto il passo fatto vedere oggi dal pole man Fabio Quartararo e dalle Ducati di Miller e Petrucci. Rossi ha mostrato un buon passo durante le qualifiche di oggi, ma questo non è bastato per andare oltre il tempo di 1’31”315 firmato da Quartararo, e ha chiuso la Q2 in 1’31”889, a 574 millesimi dalla pole position conquistata dal compagno di marca francese.

All’ultimo giro infatti, una sbavatura commessa nel quarto settore, ha rovinato la prestazione del campione di Tavullia: “All’ultimo giro ho sbagliato. Nel quarto settore ho commesso un errore in frenata, altrimenti quel giro mi avrebbe fatto partire dalla seconda fila. Partire dalla quarta è complicato in MotoGP ma ci dobbiamo provare, cercheremo di fare il massimo.”

Un sabato conclusosi con l’amaro in bocca per Rossi, con la decima posizione che rappresenta una vera e propria spada di Damocle per il pesarese, consapevole che si poteva fare di più per provare a partire davanti: “Non sono contento, potevamo fare di meglio – ha commentato Rossi al termine della qualifiche – Dobbiamo lavorare in accelerazione, perché la moto è troppo nervosa.” ha commentato ai microfoni di Sky.

“La moto si muove tanto e diventa difficile da guidare tra una curva e l’altra quando cerchiamo di tenere il gas pieno. – Ha aggiunto il dottore – Peccato perché il passo è abbastanza buono anche con le gomme usate”.

Per il 46 si prospetta una gara complicata- Domani servirà una partenza straordinaria per cercare di recuperare posizioni il più in fretta possibile.

Come abbiamo visto nelle gare precedenti, però, quest’anno nella Classe Regina può capitare veramente di tutto e la rimonta non è impossibile. L’incognita più grande resta il meteo quasi invernale con il quale i piloti dovranno fare i conti: le basse temperature infatti potrebbero seriamente mettere in difficoltà le gomme.

  •   
  •  
  •  
  •