Superlicenza F1: quanto costa ai piloti iscriversi al campionato

Pubblicato il autore: Enzo Palo

superlicenza f1
La superlicenza F1 è la tassa d’iscrizione che ogni singolo pilota deve pagare per poter partecipare al campionato mondiale. Il costo non è uguale per tutti i driver, infatti prevede una parte fissa e una variabile. Il prezzo base che tutti devono obbligatoriamente sostenere è di 10400 euro e a questi vanno aggiunti 2100 euro per ogni punto conquistato nella stagione precedente. È facile comprendere che la superlicenza F1 di Max Verstappen sarà decisamente più onerosa rispetto a quella di Alexander Albon.

Superlicenza F1: Verstappen e Leclerc i più tassati

Il campione del mondo in carica ha concluso il 2022 conquistando ben 454 punti. Per questo motivo Max Verstappen dovrà sborsare tra parte fissa e variabile, ben 9638000 euro. Questa è anche la superlicenza f1 più alta mai versata da un pilota per assicurarsi l’iscrizione. Alle spalle dell’olandese troviamo Charles Leclerc a quota 657200 euro, seguito dall’altro pilota Red Bull, Sergio Perez a 650900€. Ai piedi del podio c’è Carlos Sainz. Lo spagnolo della Ferrari dovrà pagare ‘soltanto’ 527000 euro. A chiudere la classifica ci sono le new-entry che non avendo ottenuto punti nella stagione passata, ovviamente pagheranno soltanto la tassa standard di 10400 euro. I ‘fortunati’ sono Nico Hulkenberg, Oscar Piastri e Logan Sargeant.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Formula 1, presentazione nuova Red Bull 2023 OGGI LIVE: dove vederla in tv e streaming