Samsung Galaxy Cup. Paola Egonu: “Con Novara ottimo inizio”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Paola EgonuSi può ormai considerare una delle certezze della pallavolo italiana, parliamo della schiacciatrice del Novara e della nazionale Paola Egonu, nativa di Cittadella da famiglia nigeriana e affermatasi tra le fila di Club Italia prima di approdare alla Igor Gorgonzola, dove è subito entrata in simpatia ai tifosi del Pala Igor potendo contare sulle compagne di nazionale Chirichella e Francesca Piccinini, di cui rappresenta senza dubbio l’erede legittima. Può quindi sorridere il coach azzurro Davide Mazzanti che in in questo modo potrà contare su un’arma in più in vista dei mondiali giapponesi.

Con Novara è stato un ottimo inizio, abbiamo passato settimane fantastiche anche se ora stiamo facendo i conti con un piccolo calo. Siamo sulla giusta via per recuperare, lavorando per migliorare quelle situazioni che non hanno funzionato di recente. E’ un momento in cui impegnarsi più del solito per ritornare quelle di prima. C’è grande comunicazione con il coach, non sempre si riesce ad instaurare questo tipo di rapporto con gli allenatori. Non nascondo di avvertire intorno a me la pressione di dover sempre giocare bene, anche se lo sapevo dall’inizio. Siamo esseri umani e la cosa la devo saper gestire anche io. L’allenatore è sempre pronto ad aiutarmi”. (Intervista riportata dal quotidiano torinese tuttosport.com).

Nonostante la giovane età la schiacciatrice azzurra sa bene quello che vuole e anche se sente la pressione del pubblico di Novara e della nazionale sa muoversi e non perdere la concentrazione per puntare al massimo risultato. La piazza del Pala Igor è senza dubbio importante e per questo motivo Paola avrà l’opportunità di crescere confrontandosi con le squadre più forti d’Italia e d’Europa, disputando anche la Champions League, motivo senza dubbio determinante per poter crescere a livello internazionale e non pagare le inesperienze pagate dalla Egonu alle Olimpiadi di Rio e agli ultimi europei, dove la troppa pressione ha giocato un brutto scherzo sia a lei che all’ex compagna di Club Italia Alessia Orro.

Champions amara per la Egonu, ma la strada è ancora lunga

La sconfitta contro Conegliano in Champions ha un po’ pregiudicato il percorso di Chirichella e compagne in Champions, ma tutto è ancora aperto.

Purtroppo in Champions la partenza è stata difficile, ma il fatto è che ci sono altre 5 partite e quindi il discorso qualificazione è ancora apertissimo. Non sarà semplice, a questi livelli match agevoli non ce ne sono. Con lo spirito giusto, e affrontando un impegno alla volta, abbiamo le carte in regola per passare questo girone. Dobbiamo cercare di vincerle tutte, questa deve essere la nostra mentalità da qui alla fine”.

Apertissima anche la sfida campionato con le pantere dell’Imoco e in Coppa Italia, tutto aperto quindi per la Igor che quest’anno grazie a Paola e a una Francesca Piccinini sempre determinante, può veramente puntare molto in alto, magari a portarsi a casa anche tutti e tre i titoli per un triplete che passerebbe alla storia. Per Conegliano quindi ci sarà un’avversaria ben determinata a non mollare mai e a dimostrare al mondo della pallavolo di essere tra le realtà meglio equipaggiate per vincere. 

  •   
  •  
  •  
  •