Australian Open: il Governo federale cancella il visto di Novak Djokovic

Pubblicato il autore: Andrea Rao Segui

Australian Open Novak Djokovic

Si complica la partecipazione agli Australian Open per Novak Djokovic. La telenovela che sta riguardando il mondo del tennis si arricchisce di un nuovo capitolo. Dopo che il n 1 al mondo aveva vinto il suo ricorso accolto da un giudice federale, il Ministro dell’immigrazione federale aveva fatto sapere di voler esercitare tutti i poteri che la legge gli riconosce. Il risultato non è stato il più favorevole per il serbo. Nel frattempo, nella giornata di ieri, gli organizzatori dello Slam avevano anche annullato il sorteggio per decidere gli abbinamenti del tabellone.

Australian Open, Novak Djokovic sarà assente?

Il Ministro dell’Immigrazione del Governo federale, dopo lo svolgimento di un’approfondita istruttoria, ha deciso di annullare il visto precedentemente concesso. Una decisione che il rappresentante dell’Esecutivo ha preso per: “motivi di salute e buon ordine, sulla base del fatto che ciò fosse nell’interesse pubblico”. Il team legale del serbo ha reso noto che impugnerà la decisione e di ricorrere, con un procedimento d’urgenza, al tribunale della famiglia.  Come noto il campione del tennis si trova attualmente in Australia per competere negli Australian Open; munito di un visto concessogli dallo Stato del Victoria era stato fermato dall’autorità di frontiera e costretto ad una detenzione di cinque giorni presso una struttura alberghiera per richiedenti asilo. Presentato un ricorso, poi accolto, aveva avuto la possibilità di allenarsi in vista dell’imminente inizio della competizione. Ma la nuova decisione rimette in discussione tutto. La bufera burocratico-giudiziaria che sta investendo il n 1 del ranking ATP non si è ancora placata.

Leggi anche:  Dove vedere Australian Open 2022, streaming e diretta tv in chiaro TV 8? OGGI LIVE

 

 

  •   
  •  
  •  
  •