Bonolis crede nell’Inter: “Più forti dell’anno scorso. Vidal non serve. Sogno Messi in nerazzurro”

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui
MILAN, ITALY - NOVEMBER 05: FC Internazionale Milano fans show their support prior to the Serie A match between FC Internazionale and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 5, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Da sempre grande tifoso dell’Inter, Paolo Bonolis ha parlato a RMC Sport di quelle che sono le sue aspettative sulla stagione che sta per avere inizio. Il mercato della squadra nerazzurra non è passato inosservato, come testimonia la grande adesione da parte dei tifosi alla campagna abbonamenti, cha ha già registrato il tutto esaurito a San Siro, sia per il campionato che per la Champions League. Anche Bonolis è convinto delle potenzialità della rosa a disposizione di Luciano Spalletti e ha dato qualche suggerimento su quelle che potrebbero essere le mosse ideali per rinforzare ancora di più la squadra: “Il mercato dell’Inter fino a questo momento è stato di buon livello, siamo una squadra superiore rispetto all’anno scorso, quando già verso la fine della stagione avevamo trovato una buona formula per il centrocampo con la qualità di Brozovic. Si parla tanto di Vidal ma secondo me non darebbe nulla di nuovo. Preferisco Barella, giocatore di gamba e di testa, anche se la maglia dell’Inter ha un altro peso rispetto a quella del Cagliari e bisogna capire se riuscirebbe ad attestarsi agli stessi livelli. L’ideale sarebbe avere uno come Kantè, un giocatore meraviglioso”.

potrebbe interessarti ancheInter-Slavia Praga 1-1: Barella-gol nel recupero, nerazzurri opachi (video highlights)

Sulla chiusura del mercato nerazzurro si era espresso nei giorni scorsi anche il tecnico Spalletti, che ha chiesto di avere più ricambi per poter essere competitivo in tutti gli impegni: “Essere preoccupato è nell’indole di un uomo come Spalletti, se non lo fosse trascorrerebbe male la giornata, lo conosco molto bene: vuole sempre avere nemici e tanti problemi da risolvere. Si sente sereno solo se attraversa il travaglio”. Tuttavia il calciomercato dell’Inter passa inevitabilmente, causa Financial Fair Play, anche dalle cessioni. Il nome di Perisic rimbalza talvolta sulle prime pagine dei quotidiani italiani e non solo, ma perderlo per Bonolis non sarebbe un dramma irreparabile: “Se arrivasse il Manchester United di Josè Mourinho con una buona offerta intorno ai 70 milioni di euro, io lo porterei in macchina fino in Inghilterra: un giocatore di ventinove anni ceduto a quelle cifre sarebbe un vero affare. Di certo il croato è devastante in alcune partite: ricordo una partita con la Roma quando Di Francesco gli aveva schierato contro, sul binario di destra, Juan Jesus e in quell’occasione il brasiliano non aveva idea di che pesci pigliare!”

potrebbe interessarti ancheBorussia Dortmund Barcellona: prima convocazione in stagione per Messi

Nonostante gli evidenti miglioramenti dei nerazzurri, Bonolis crede che comunque la Juventus continuerà a partire avanti a tutti, specie con un Cristiano Ronaldo in più:“L’Inter sarà sicuramente l’anti-Juve come lo saranno anche le altre formazioni del calibro della Roma, della Lazio o del Napoli ma fondamentalmente non cambierà nulla: la squadra di Allegri partirà avanti e le altre dietro ad inseguire. Ronaldo è un giocatore importante, che ha scritto pagine memorabili di questo sport, un atleta che nonostante i suoi 33 anni continua a viaggiare su altissimi livelli”. Però il sogno del noto conduttore, come quello di tanti tifosi, è avere a Milano un grande campione: “Io spero veramente di poter vedere un giorno Leo Messi con la maglia dell’Inter, non scherzo. Sarebbe una gran bella suggestione”.

notizie sul temaInter-Slavia Praga streaming gratis e diretta tv Uefa Youth League, dove vedere il match oggi 17 settembreInter, la frase di Conte vs Sarri fa infuriare i tifosi della Juventus: insulti e polemiche sui socialAncora razzismo in Italia, stavolta al Bentegodi, cori su Kessie e Donnarumma
  •   
  •  
  •  
  •