Bufera Napoli, Insigne, De Laurentiis e Ancelotti nell’occhio del ciclone

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

potrebbe interessarti ancheEintracht-Arsenal 0-3: Gunners sul velluto in Germania (video highlights)

L’eliminazione del Napoli, dall’Europa League , per merito dell’Arsenal, ha aperto un solco tra la tifoseria e la società. Sostenitori azzurri delusi, dopo le due sconfitte a Londra, e quella di ieri al San Paolo, sui social, sono stati presi di mira Insigne, De Laurentiis e Ancelotti. Napoli ancora secondo con 7 punti sull’Inter, ma ai tifosi, è poco. Non basta, per il secondo anno consecutivo, gli azzurri al 90% saranno dietro la Juventus. Nella storia del Napoli, solo nell’epoca d’oro di Maradona, si vagava tra le prime posizioni, poi, sappiamo la storia del Napoli, dal 1926 ad oggi. Centro classifica, qualificazioni europee, e difficili salvezze per restare nella massima serie. Da Da 15 anni, dopo le due stagioni in C, una di B, il Napoli è frequentemente in Europa, ed ha sfiorato per 2 anni il Tricolore. Ieri, per tutto il secondo tempo, lo stadio urlava “De Laurentiis via da Napoli”; Insigne, neo capitano da quando Hamsik è in Cina, dopo la sostituzione è stato riempito di fischi; Ancelotti, non ha soddisfatto i tifosi col suo schema, del tutto diverso di quello di Sarri. Sarri, ancora rimpianto dalla maggior parte dei nostalgici sostenitori partenopei, che farebbero di tutto per rivederlo sulla panchina azzurra. Ma non si può vivere sempre di nostalgie e passato. Questo è stato il primo anno di Ancelotti, che ha studiato e conosciuto i suoi calciatori, ma probabilmente col nuovo calciomercato, qualcosa dovrebbe cambiare.

potrebbe interessarti ancheLa torre Llorente nello scacchiere di Re Carlo Ancelotti

notizie sul temaNapoli, la rivincita di Mario RuiNapoli, Ancelotti: “Abbiamo vinto anche senza essere perfetti”Napoli – Liverpool 2-0: Mertens e Llorente affondano il Liverpool, ottima partenza per Ancelotti
  •   
  •  
  •  
  •