Europa League, Milan-Olympiacos: Cutrone e Calhanoglu salvano Gattuso

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Patrick Cutrone – Foto Getty Images© per SuperNews

Sospiro di sollievo in casa rossonera. Il Milan si sbarazza dell’Olympiacos attraverso il punteggio di 3-1, grazie agli ingressi in campo, al 54′, di Cutrone e Calhanoglu, uomini in grado di dare una svolta alla serata del “diavolo“. La banda guidata da Gennaro Gattuso, per 60 minuti circa, ha disputato la peggior partita della stagione, non fornendo alcun squillo dal punto di vista dell’intensità agonistica e della pericolosità. I rossoneri sono apparsi scialbi, senza identità, subendo la rete del vantaggio dei greci al 14′ con un colpo di testa di Guerrero.

I padroni di casa si sono fatti vivi solo in occasione del gol annullato a Castillejo per posizione di fuorigioco, e nulla più. Troppo poco per impensierire l’esperto Olympiacos, che, seppur senza strafare, stava imponendo la propria autorevolezza dinnanzi ad un “San Siro” contrariato dalla prestazione sciorinata da Higuain e compagni.

potrebbe interessarti ancheBufera social, scoppia l’hashtag #juveout

La scossa, poi, è avvenuta, come detto, al 54′, con gli ingressi in campo di Cutrone e Calhanoglu al posto rispettivamente di Suso e Castillejo, inducendo il tecnico Gattuso a modificare il modulo tattico, passando dal 4-3-3 ad un più efficace 4-4-2. E’ qui che si materializza la svolta del match. Al 70′ su assist di Calhanoglu è proprio Cutrone, di testa, a freddare il portiere avversario Sa. Galvanizzati dalla rete siglata, i padroni di casa mostrano un maggior piglio ed una superiore intraprendenza. Al 76′ il turco, in versione uomo-assist, appoggia all’interno dell’area per il “pipitaHiguain, il quale effettua una finta nei confronti di un diretto marcatore, per poi non lasciare scampo a Sa. Gioia anche per l’attaccante argentino, sino ad allora in ombra, e Milan che effettua il tanto agognato sorpasso.

Il gol che poi certifica la vittoria in rimonta sugli ellenici avviene al 79′ quando Calhanoglu, particolarmente ispirato, appoggia all’interno dell’area per Cutrone, il quale non deve far altro che spedire la sfera in fondo al sacco. Doppietta per la giovane punta, classe 1998, e sospiro di sollievo per il pubblico rossonero a margine di una serata nata sotto tutt’altri auspici. In conclusione di gara, poi, è Calhanoglu a tentare di togliersi una soddisfazione personale, ma il suo tiro si stampa sul palo. A seguito di questo successo, il Milan è in testa nel girone F con sei punti all’attivo, davanti al Betis Siviglia a quota quattro, Olympiacos a uno, chiude il Dudelange a zero.

potrebbe interessarti ancheArsenal, aria di divorzio con Ozil: il tedesco è stato proposto al Milan

Al termine del match, queste le dichiarazioni principali rilasciate dall’allenatore del “diavolo“, Gennaro Gattuso, consapevole che la scossa sia avvenuta a seguito degli ingressi in campo di Cutrone e Calhanoglu e dal conseguente cambio di modulo tattico, in grado di stravolgere gli equilibri in campo: “Sono soddisfatto a metà, va bene il risultato ma possiamo fare sicuramente meglio di questa sera. Oggi non ho visto un Milan padrone del gioco, dobbiamo ritrovare compattezza. Dobbiamo migliorare sul palleggio se vogliamo giocare così. Calhanoglu? A volte pensa troppo, è il suo problema, bisogna ricercare il miglior Hakan. Lui ha bisogno di prendere fiducia ed essere più tranquillo“.

notizie sul temaGattuso e Romagnoli, infuriati per gli errori del VarIl ballo delle punte: Piatek erede di Higuain, che spinge Morata all’AtleticoJuventus-Milan 1-0 (Video Gol Supercoppa Italiana): Ronaldo decide la finale, bianconeri campioni per l’ottava volta
  •   
  •  
  •  
  •