Evenepoel e gli altri: chi sarà presente al Giro 2021

Pubblicato il autore: Claudio Li Gotti Segui

Nonostante si attenda ancora la presentazione ufficiale, in ritardo per la pandemia in corso, il Giro 2021 ha già avuto le sue prime conferme di partecipazione. E anche, purtroppo, le prime defezioni.
Remco Evenepoel, il ventenne fenomeno belga che l’anno scorso dovette rinunciare per la terribile caduta al Lombardia, ha già confermato il suo interesse per la Corsa Rosa di quest’anno, messa in cima alla lista dei suoi obiettivi stagionali. Il corridore della Deceunink-Quick Step ha però specificato di non aver ancora recuperato il 100% della forma, dopo il grave infortunio, e quindi bisognerà ancora attendere gli sviluppi.
Ci sarà sicuramente il nostro Vincenzo Nibali, che quest’anno punterà anche sulle Classiche “Monumento” (vedi Milano-Sanremo e Liegi/Bastogne/Liegi) prima di concludere la stagione con la prova in linea delle Olimpiadi di Tokyo. E anche l’altro nostro alfiere, l’iridato a cronometro Filippo Ganna ha confermato la sua volontà di prendere parte al prossimo Giro d’Italia, dopo esserne stato uno dei grandi protagonisti dell’edizione 2020.
Ganna, lo scorso autunno, è rimasto bloccato a causa della positività al Coronavirus ma conta di essere in gran forma per una stagione che lo vedrà in pole position anche per una medaglia (si spera d’oro) alle prossime Olimpiadi.
Anche il francese Thibaud Pinot ha annunciato la sua presenza al via del Giro.

Leggi anche:  Froome all'attacco al Tour of the Alps. Le parole del corridore

Chi rinuncia
I due campioni sloveni Primoz Roglic e Tadej Pogacar si contenderanno nuovamente il Tour de France ma non avranno il Giro d’Italia tra i loro piani (Pogacar però correrà pure alla Vuelta).
Stesso discorso per Chris Froome che, con la nuova maglia della Israel Start-Up Nation, andrà a caccia del successo al Tour de France, per entrare nell’olimpo dei pluricampioni con cinque vittorie (Anquetil, Merckx, Hinault, Indurain).

  •   
  •  
  •  
  •