Ventura medita.Che squadra in campo domenica contro il Verona?

Pubblicato il autore: Angelo Risso Segui

Giampiero Ventura pensierosoLa sconfitta patita domenica scorsa a Firenze ha gettato tutti di nuovo nello sconforto. E non tanto per il risultato, una sconfitta con la Viola ci può anche stare, più che altro a mettere apprensione per il futuro è l’atteggiamento della squadra tutta che di fatto ha giocato veramente a calcio per i primi dieci minuti. Poi il nulla. La Fiorentina passa in vantaggio e noi paradossalmente sembra che “manteniamo” quel risultato cercando di limitare i danni, senza reazione, senza carattere, senza grinta.
Domenica contro il Verona c’è bisogno di una scossa. Sarà riuscito Mister Ventura in questa settimana nel fortino blindato della Sisport a capire cosa non funziona? Sarà riuscito a trovare qualche nuovo accorgimento per essere meno prevedibili e più veloci?

Giampiero Ventura, che squadra in campo domenica contro il Verona?
Davvero difficile fare delle ipotesi, ma cerchiamo di analizzare insieme quali potrebbero essere le variabili di squadra in gioco per domenica.

Leggi anche:  Juventus-Torino, parla Giampaolo: "La squadra sta migliorando"

PRIMO QUESTITO : Confermato Ichazo oppure tornerà Padelli?

Il giovane portiere uruguaiano ha dimostrato cose buone ed altre meno. Ha sicuramente carattere, ha affrontato le prove a cui è stato sottoposto senza paure, con serietà. Ma obiettivamente, complice anche una squadra non serena, pure lui non ha esaltato e non del tutto esente da colpe nei gol subiti.

Azzardiamo un ritorno di Daniele Padelli fra i pali. Chissà che il castigo di riflessione non sortisca lo stesso effetto della scorsa stagione quando emarginato in favore di Gillet, al suo rientro è apparso più determinato e sicuro dei suoi mezzi.

LA DIFESA : Anche Moretti potrebbe rifiatare

Consueta difesa a tre collaudata, potrebbero cambiare gli interpreti. Di sicuro mancherà il capitano Glik, suo naturale e logico sostituto Pontus Jansson. Al fianco dello svedese a destra non ci sono dubbi agirà Maksimovic, mentre a sinistra qualche dubbio sorge. Moretti è apparso visibilmente stanco e meno lucido del solito, totem granata, difficile rinunciarvi, eppure azzardiamo l’idea Gaston Silva. Tradotto Gaston 60% – Moretti 40%

Leggi anche:  Probabili formazioni Spezia-Lazio: torna Luiz Felipe, per Correa possibile riposo

CENTROCAMPO : Novità eclatanti in pista?

Il centrocampo è sicuramente la zona di campo con maggiori problemi da risolvere. Spesso mette in affanno la retroguardia e nel contempo non assiste in maniera adeguata le ripartenze offensive. Partiamo dall’analisi più ovvia, ovvero Gazzi al centro al posto dello qualificato Vives, mentre sulle mezz’ali a sinistra Baselli e a destra il solito ballottaggio fra Acqua e Benassi, con qualche chance in più per il capitano della Nazionale azzurra under 21.
Nulla di nuovo quindi. Ma la novità potrebbe essere una maggior libertà d’azione per Baselli e perché no anche di Benassi se schierato. Entrambi dovrebbero agire a turno sulla trequarti, sfruttando le loro capacità d’inserimento e cerando spazi più supporto alla coppia d’attacco.

L’IDEA PAZZA : Idea pazza ma poi nemmeno tanto, quella di schierare Baselli nel ruolo di regista. Un ruolo che il giovane talento ha già svolto ai tempi dell’Atalanta e facendolo pure bene. Conoscendo Ventura però fermo sulle sue idee, ipotesi assai remota.

Leggi anche:  MLS Cup playoffs: è tempo di finali

CORSIE LATERALI : Due pendolini al servizo del Toro

Tralasciando l’oggetto misterioso Avelar, l’idea più gettonata del momento sarebbe il dirottamento di Bruno Peres a sinistra e la conferma del bravo Zappacosta a destra. Il che garantirebbe decisamente due fasce con il turbo, innescando qualità e quantità. Può funzionare. Altrimenti si punta come sempre sullo stoico Molinaro a sinistra, ma che davvero è apparso in riserva,

ATTACCO UNICO REPARTO SENZA DUBBI

L’unico reparto senza dubbi è in teoria l’attacco. Si prosegue con la coppia ben assortita Immobile – Belotti. In panca dovremmo rivedere Maxi Lopez insieme a Martinez.
Affascina anche l’idea Ciro-Maxi. Forse a partita in corso.

  •   
  •  
  •  
  •