Milan – Udinese 2-1, le pagelle dei rossoneri. Kalinic doppietta, VAR protagonista in due circostanze

Pubblicato il autore: Andrea Gravina Segui

  • Il Milan con una doppietta dell’attaccante croato Nikola Kalinic, ai suoi primi gol in maglia rossonera, supera una rognosa Udinese a San Siro per 2-1 e centra la terza vittoria in campionato, archiviando il k.o. contro la Lazio. Protagonista del match il VAR, con un gol in fuorigioco annullato per parte, prima all’attaccante dell’Udinese Lasagna (andrà lo stesso in gol alla mezz’ora del primo tempo per il momentaneo pareggio friuliano), poi la tecnologia nega la gioia della tripletta proprio all’ex Fiorentina, il migliore in campo senza dubbio.
    Andiamo ad analizzare le prestazioni dei protagonisti scesi in campo, sponda rossonera, con i miei personali voti:

MILAN (3-5-2)

DONNARUMMA: il portierone rossonero classe ’99 oggi non risulterà esser troppo impegnato, incolpevole per quanto riguarda la rete di Lasagna, attento sull’insidiosa conclusione di Fofana nel secondo tempo. Voto 6

MUSACCHIO: dotato di una discreta tecnica, il difensore argentino non rischia mai la giocata, sfoderando una prestazione scolastica, sempre concentrato. Voto 6,5

Leggi anche:  Calciomercato Torino, il punto a 6 giorni dal termine

BONUCCI: forse ancora leggermente in ritardo di condizione fisica, il capitano rossonero peró è sempre il leader del reparto arretrato, incita tutti e sollecita spesso i compagni a non calare di concentrazione. Nel primo tempo inoltre sfiora il gol, questione di centimetri. Voto 7

ROMAGNOLI: prestazione macchiata da 10 minuti di blackout che gli procurano prima un’ammonizione e poi, con un disastroso passaggio orizzontale, serve Lasagna per il gol del momentaneo pareggio. Non si fa peró condizionare dagli errori e continua a giocare in maniera poi ordinata. Voto 5,5

CALABRIA: più che sufficiente oggi il terzino chiamato a sostituire l’infortunato Conti. Molto propositivo quando si tratta di affacciarsi in attacco, chiude anche difensivamente con discrete diagonali. Suo l’assist nel primo tempo per il vantaggio di Kalinic. Nel secondo tempo ci prova con un bel diagonale respinto da Scuffet. Voto 6,5

Leggi anche:  Coppa del Re, dove vedere Rayo Vallecano Barcellona, streaming e diretta TV in chiaro?

KESSIÈ: partita di quantità per l’ivoriano, sul secondo gol di Kalinic ci mette lo zampino con il colpo di testa e poco dopo sfiora la gloria personale. Nei secondi 45 minuti cresce esponenzialmente, ma può fare ancora di più. Voto 7

BIGLIA: di un’altra categoria calcistica, il regista argentino detta legge in mezzo al campo, smistando palloni con precisione chirurgica e recuperandoli quando serve. Sempre al centro del gioco rossonero. Voto 7

BONAVENTURA: l’ex Atalanta sfiora la rete dopo due minuti di gioco con un bel taglio sul primo palo. Propositivo, corre molto ed aiuta la squadra. Ci riprova ad andare a segno nella ripresa con una bella acrobazia, senza successo peró. Voto 6,5 (dal 69′ Calhanoglu: buon momento di forma del fantasista turco che entra in campo con la giusta voglia e determinazione, provando anche giocate di fino, alcune delle quali ben riuscite. Voto 6,5)

Leggi anche:  Il commento di Ziliani sul Derby: "L'eliminazione del Milan è solo colpa di Ibrahimovic. Conte che esulta al goal di Eriksen..."

RODRIGUEZ: l’esterno sinistro svizzero è uno dei colpi più azzeccati del mercato estivo rossonero. Piedino fatato, sforna ottimi cross dalla sua fascia di competenza, è pericoloso nel secondo tempo su una punizione respinta da Scuffet. Voto 6,5

SUSO: lo spagnolo studia da seconda punta, ma ha bisogno ancora di qualche ripasso. Svaria molto per il fronte offensivo, ma appare spaesato e non incide particolarmente. Voto 5,5 (dal 69′ Cutrone: il talentino rossonero, sempre molto mobile, prova a riprendersi il centro dell’attacco rossonero facendo a sportellate coi difensori avversari. Voto 6)

KALINIC: il mister Vincenzo Montella dà fiducia all’attaccante croato consegnandogli le chiavi dell’attacco milanista, lui ripaga “l’aereoplanino” con una doppietta da vero rapace. Il migliore in campo senza dubbio. Voto 8 (dall’ 85′ Locatelli: il giovane rossonero entra nei minuti finali del match solo per concedere la standing ovation a Kalinic. S.V.)

 

  •   
  •  
  •  
  •