Berardi illude Mazzarri: finisce 1-1 al Mapei Stadium. L’ attaccante neroverde torna a segnare dopo oltre 3 mesi dall’ ultima volta

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

Minuto 54 del secondo tempo: dopo il vantaggio iniziale di Obi (26’ p.t) che fa impazzire di gioia il tecnico granata Mazzarri, arriva un gol non atteso, attesissimo visto che manca da oltre tre mesi (10 partite fa l’ultima volta). Scatto di Duncan in profondità per Berardi, che taglia il campo in due, poi gran numero sul difensore Molinaro, sterzata e tiro a giro destro che non dà scampo a Sirigu.
È 1-1 a Reggio Emilia e a segnare è proprio lui, Domenico Berardi, il più atteso di tutto l’attacco neroverde.
Silenzio per pochi secondi, poi quando lo speaker annuncia colui che ha fatto il gol lo stadio impazzisce di gioia. Bambini e famiglie che piangono dalla felicità, insieme a bestemmie provenienti dai tifosi granata e alla festa in tribuna stampa, fanno da cornice ad una domenica da ricordare per sempre.

Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona

Mazzarri lo aveva detto nella conferenza di vigilia che la sosta poteva essere fatale, e così è stato, o forse solo in parte. Nonostante il pareggio ottenuto in casa dei neroverdi, non bisogna metterci tanto a capire che se il Torino vuole provare ad entrare in Europa serve tremendamente Belotti. Il suo sostituto, Niang, in versione “centravanti”, è stato il più presente dei tre (Iago Falque-Niang-Berenguer) al di là di errori evidenti.

La verità però è un’altra, è molto più cruda: il Torino ha segnato grazie ad un mezzo regalo del Sassuolo. Punizione di Berenguer colpita da Acerbi che lascia spazio ad Obi per tirare. Se non fosse stata per quella, forse il toro non avrebbe mai potuto provarla a vincere, anche se con N’Koulou ci è andato vicino. Neanche il cambio di sistema, passando dal 4-3-3 al 3-5-2 lo ha salvato: sostituzione di Berenguer – rinunciando ad una punta – con Moretti, difensore. Unica nota positiva la presenza di punte sulle fasce: ci hanno pensato Baselli e Iago Falque.

Leggi anche:  Europa League: dove vedere Lazio- Lokomotiv Mosca? Sky o DAZN?

Nel dopo partita, Iachini e Mazzarri hanno fatto le loro riflessioni. Il tecnico neroverde ha ribadito la sua posizione sul gol dei granata, considerato “fuorigioco”. Walter è stato onesto, invece, in quanto ha specificamente detto che gli servirebbe un’altra sosta. Ha poi parlato del possibile ritorno di Belotti senza però dire molto al riguardo.

Ma passiamo alle pagelle, partendo dai neroverdi:
Flop Falcinelli, Duncan si vendica dopo Genova

VOTO SQUADRA 6,5. MIGLIORE BERARDI 7. IL PEGGIORE FALCINELLI 5. IACHINI 6

Torino, Burdisso sempre presente. Baselli e Iago i peggiori

VOTO SQUADRA 5,5. MIGLIORE SIRIGU 6,5. IL PEGGIORE BASELLI 5. MAZZARI 5,5

  •   
  •  
  •  
  •