Juventus, Allegri: “Sarri pensi ad essere contento della sua squadra”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Massimiliano Allegri teme la Roma
Nella conferenza stampa post Juventus-Genoa, Massimiliano Allegri ha rilasciato come di consueto le interviste di rito. Dopo aver analizzato la partita per sommi capi, non brillantissima dal punto di vista fisico da parte dei suoi uomini, ha risposto alle polemiche innescate domenica pomeriggio da Maurizio Sarri, il quale ha avuto da ridire soprattutto sul calendario delle gare di Napoli e Juventus, sostenendo che i bianconeri sono chiaramente avvantaggiati dal fatto per cui scenderanno in campo senza pressioni, dovendo disputare i propri match prima dei partenopei: “Non è mia competenza decidere il calendario. Guardo che partite ci sono in programma ed accetto di giocarle quando me lo stabiliscono. Esistono gli organi incaricati di stabilire quando si deve giocare ed avendo la Champions in mezzo è normale giocare prima o dopo, bisogna solo adattarsi. Io quando vedo le partite in programma posso solo decidere il giorno del ritiro.
Inoltre io non dovrei nemmeno essere colui che risponde a Sarri, il quale dovrebbe solamente essere contento della sua squadra e del lavoro che sta svolgendo con il Napoli che sta facendo un qualcosa di straordinario. Stiamo dando adito ad un duello temporaneo, dato che le altre anche se distanti al momento non sono fuori dai giochi ed inoltre Lazio e Roma hanno anche una partita da recuperare, quindi possono accorciare in classifica.”

L’impressione che si ha oggettivamente parlando è che il contesto calcistico si sta spazientendo delle polemiche innescate da Sarri: infatti dopo le sue dichiarazioni, immediata è arrivata la replica della Lega nella serata di domenica ed inoltre anche l’amministratore delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali, ha dovuto smentire il presunto blocco di Marotta che avrebbe impedito a Politano di trasferirsi a Napoli, cosa ulteriormente smentita dallo stesso dg bianconero. Il Napoli è una bella squadra, forte tecnicamente ed ha un allenatore preparato, il quale però spesso si abbandona a dichiarazioni polemiche azzardate che non fanno bene all’ambiente partenopeo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Copa Libertadores, semifinale d’andata: deludente 0-0 tra Palmeiras e Atlético Mineiro