Sarri, don’t worry, be happy!

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

during the TIM Cup match between SSC Napoli and Udinese Calcio at Stadio San Paolo on December 19, 2017 in Naples, Italy.
Dopo la 22a giornata di serie A, le polemiche dovute al Var, non si placano. Iniziando da Chievo-Juventus, fino al clamoroso gol di Cutrone in Milan-Lazio, passando per Napoli-Bologna con il dubbio fallo da rigore di Masina su Callejon, fino al gol annullato all’ultimo minuto al Crotone, nella sfida salvezza contro il Cagliari. Ma, una voce, quella dell’allenatore del Napoli, che sogna un Tricolore, ossia Maurizio Sarri, non è stata così lagnosa come sempre. La settima scorsa Tuttosport, ironicamente titolò “No Sarri, no cry”, suscitando qualche polemica. Forse perché il suo Napoli ha vinto, anche senza brillare come per la maggior parte del campionato, o perché gli azzurri stanno entrando in una mentalità che prima non avevano?  Dopo soli 25 secondi il Bologna era in vantaggio, eppure il Napoli, ha saputo riprenderla, prima che la squadra di Donadoni, potesse alzare un muro dinanzi alla porta. Ieri, Sarri, infatti, ha mostrato dinanzi le telecamere una certa leggerezza, come se il risultato era l’unica cosa che servisse, come di solito professa Allegri. Il divertimento? C’è sempre. Il gol di Mertens è pura espressione del calcio, tecnica, talento e spettacolo messi insieme, contro chi diceva che il Napoli cominciava a vincere soltanto per 1-0. E’ stata una vittoria cercata, e un sorpasso avvenuto ancora una volta, per una lotta, che ormai vede soltanto due candidate alla vittoria finale.

  •   
  •  
  •  
  •