Atalanta-Fiorentina: quella volta che….i precedenti

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui
FLORENCE, ITALY - JANUARY 05: Stefano Pioli manager of AFC Fiorentina gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and FC Internazionale at Stadio Artemio Franchi on January 5, 2018 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Stagione 1988-89. Domenica 19 marzo al Brumana (non ancora “Azzurri d’Italia”) si affrontano Atalanta e Fiorentina. E’ la quinta giornata di ritorno ma mentre i bergamaschi sono reduci dal pareggio di Bologna, la squadra viola è reduce dalla sconfitta di Torino, sponda granata. E’ una bella Atalanta, guidata per la seconda stagione da Emiliano Mondonico, che guidò gli orobici nella scorsa stagione fino ad una sorprendente semifinale di Coppa delle Coppe. Tra le fila dei nerazzurri vi sono l’ex viola Contratto, il portiere Ferron, l’esperto Stromberg, la punta Evair, il centrocampista Prytz, e validi elementi come Nicolini, Madonna e Bonacina. E’ anche una bella Fiorentina, guidata da Eriksson, con l’astro nascente Baggio, il brasiliano Dunga, la punta Borgonovo, il difensore Battistini e in panchina un certo Roberto Pruzzo. I bergamaschi, imbattuti in casa dal 22 maggio 1988 (in B contro la Cremonese), recuperano Fortunato dopo una lunga assenza e partono come il solito all’attacco. Prima Evair manca un aggancio in area, poi più tardi Prytz sparacchia alto da posizione favorevole. Ci prova Nicolini su punizione dal limite, ma Pellicanò si tuffa alla propria sinistra e devia magistralmente la palla. La Fiorentina tenta di alleggerire la pressione e si fa viva con Battistini di testa ma Ferron fa buona guardia ed abbranca in presa. Al 29′ arriva quello che sarà il gol-partita: Dunga di esterno destro serve Baggio che conclude al limite dell’area superando Ferron: per lui è la dodicesima rete stagionale, per la soddisfazione di Azeglio Vicini, commissario tecnico della nazionale, presente allo stadio. Al 65′ proprio Baggio viene espulso per somma di ammonizioni. Al 75′ Battistini commette fallo di mano: per Fabricatore è calcio di rigore. Batte Nicolini: Pellicanò si tuffa alla propria destra e devia in angolo. La Fiorentina sale così a quota 23 in classifica, in sesta posizione, a due lunghezze proprio dall’Atalanta.https://www.youtube.com/watch?v=vqN5UToCawk

Domenica 19 marzo 1989

Leggi anche:  Dove vedere Palermo-Viterbese, streaming gratis e diretta tv Serie C

Atalanta-Fiorentina                                                                   0-1  (0-1)

Atalanta: Ferron, Contratto, Barcella (79′ Serioli), Fortunato, Progna, Bonacina,
Stromberg Prytz (38′ Esposito), Evair, Nicolini, Madonna.
A disposizione: Piotti, Prandelli, Pasciullo
Allenatore: Mondonico
Fiorentina: Pellicanò, Bosco, Carobbi, Dunga, Battistini, Hysen, Salvatori, Cucchi,
Borgonovo (89′ Calisti), Baggio, Pellegrini (90′ Pin).
A disposizione: Bacchin, Perugi, Pruzzo
Allenatore: Eriksson
Arbitro: Fabricatore di Roma
Marcatori: Baggio al 29′
Espulsi: Baggio
Note: al 75′ Pellicanò para un rigore a Nicolini

  •   
  •  
  •  
  •