Torino-Juventus probabili formazioni: out Benatia, le ultime dall’Olimpico

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
TURIN, ITALY - SEPTEMBER 20: Mario Mandzukic of Juventus in action during the Serie A match between Juventus and ACF Fiorentina on September 20, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Torino-Juventus è il lunch match della venticinquesima giornata di Serie A: nel classico derby della Mole si affrontano i granata di mister Walter Mazzarri, reduci da quattro risultati utili consecutivi, ed i bianconeri del tecnico Massimiliano Allegri, impegnati nell’intrigante lotta scudetto con il Napoli, ma al tempo stesso come i partenopei si presenta come una squadra in piena forma, che non perde da undici gare, nelle quali ha totalizzato dieci vittorie ed un solo pareggio contro l’Inter.
All’Olimpico Grande Torino, in palio punti preziosi per entrambe: per i granata per restare nella scia delle pretendenti ad un posto nella prossima Europa League, per i bianconeri la possibilità di sorpassare almeno per qualche momento il Napoli e stanziarsi così solitari in vetta alla classifica.
La gara Torino-Juventus si disputa per la 196esima volta: bilancio nettamente a favore dei bianconeri, che hanno raccolto 84 vittorie, 55 sono stati i pareggi, mentre 56 le affermazioni dei granata, che non vincono contro la Vecchia Signora dalla stagione 2014/2015 allorquando la formazione allenata dall’allora tecnico Gian Piero Ventura sconfisse gli uomini di Allegri per 2-1, in virtù delle reti siglate da Darmian e Quagliarella, i quali rimontano il vantaggio degli ospiti su punizione di Andrea Pirlo. Walter Mazzarri non batte la Juventus dal lontano 20 maggio 2012, seppur in finale di Coppa Italia e con il risultato di 2-0, quando sedeva sulla panchina del Napoli. In Serie A, invece, l’ultima vittoria dell’attuale tecnico del Toro si è avuta nella stagione 2010/2011, con il netto 3-0 con il quale i partenopei asfaltarono la squadra dell’allora tecnico Luigi Delneri, in virtù di una tripletta siglata da Edinson Cavani.

A dirigere l’incontro Torino-Juventus è il signor Daniele Orsato della sezione di Schio: sono 16 i precedenti del fischietto veneto con i granata, nei quali hanno raccoolto tre vittorie, cinque pareggi ed otto sconfitte; bilancio più a favore dei bianconeri, i quali nelle gare arbitrate da Orsato hanno raccolto 13 vittorie, 11 pareggi e solamente 5 sconfitte. Nella fattispecie Orsato ha già arbitrato un derby della Mole della stagione 2014/2015: il match si concluse  con una vittoria di misura dei bianconeri per 2-1, che riuscirono a battere i granata in virtù delle reti siglate da Vidal su rigore ed Andrea Pirlo, intervallata dalla rete avversaria di Bruno Peres.

Leggi anche:  Roma, Ecco il lavoro di Tiago Pinto

Torino-Juventus, le probabili formazioni in campo oggi

Il tecnico dei granata, Walter Mazzarri, per il derby della Mole vara un 4-5-1 con Sirigu tra i pali, N’Koulu e Burdisso centrali, con De Silvestri e Molinaro ai lati. Centrocampo di forza composto da Obi, Rincon e Baselli, con Iago Falque a destre e Baselli a sinistra. Belotti sarà l’unico punto di riferimento del reparto offensivo del Torino. Niango partirà inizialmente dalla panchina, così come Lyanco, pronti ad entrare a gara in corso.
Il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri, schiera il solito 4-3-3, con Buffon tra i pali, difesa orfana di Alex Sandro, il quale probabilmente partirà dalla panchina, con Rugani al posto di Benatia, infortunato dell’ultima ora, e Chiellini centrali, mentre De Sciglio a destra ed Asamoah a sinistra. Centrocampo con Khedira nel ruolo di playmaker, con Pjanic e Marchisio esterni. In attacco a supporto di Higuain punta centrale i soliti Douglas Costa e forse Bernardeschi, con Mandzukic a riposo per problemi di natura influenzale. Dybala recuperato si accomoda in panchina pronto ad entrare se necessario.

Leggi anche:  Juventus, Ronaldo a riposo: non convocato per Benevento

TORINO (4-5-1): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Molinaro; Iago Falque, Obi, Rincon, Baselli, Ansaldi; Belotti. A disposizione: Ichazo, Milinkovic-Savic, Lyanco, Barreca, Bonifazi, Moretti, Acquah, Valdifiori, Berenguer, Edera, Niang, Ljajic. Allenatore: Walter Mazzarri.

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Asamoah; Pjanic, Khedira, Marchisio; Douglas Costa, Higuain, Bernardeschi. A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Alex Sandro, Barzagli, Sturaro, Bentancur, Dybala, Muratore. Allenatore: Massimiliano Allegri.

  •   
  •  
  •  
  •