Allegri, dopo il pareggio con la Spal: “E’ stata un’opera di beneficenza”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il campionato di Serie A è fermo, per le gare amichevoli delle Nazionali   che si terranno in questo fine settimana, e all’inizio della prossima. Si è riaccesa, intanto, la lotta Scudetto tra Juventus e Napoli che, la settimana scorsa, con il pareggio degli azzurri a Milano contro l’Inter sembrava quasi finita.

Mancano 9 partite alla fine delle ostilità  con i bianconeri di Allegri impegnati su tutti i fronti. Allegri, considerato da molti come il miglior allenatore d’Italia, capace di alternare e rivoltare tatticamente la squadra con cambi che il più delle volte, specie nelle partite complicate, risultano decisivi, non è rimasto ovviamente soddisfatto dopo il pareggio di Ferrara con la Spal. Emblematica la sua battuta al termine del match  –“Abbiamo fatto un’opera di beneficenza” -un’uscita che non riconosce i meriti della Spal, capace di interrompere la striscia di 12 vittorie consecutive dei bianconeri.

Leggi anche:  Sarri ancora non rescinde con la Juventus: ecco perché

Processi? Macché. E se l’avesse detto Sarri? Sempre criticato, per qualsiasi cosa egli dica? La settimana precedente, il tecnico del Napoli, fu surclassato da tutti per l’infelice battuta alla giornalista di Canale 21, Titti Improta. Sarri fu accusato di sessismo. E Allegri che sminuisce risultato e prestazione della Spal ? Il silenzio o meglio nessun processo alle intenzioni. L’impressione è che da qui a maggio, le polemiche saranno all’ordine del giorno.

  •   
  •  
  •  
  •