Astori, i tifosi della Fiorentina:”Il nuovo stadio porti il suo nome e ritirate la numero 13″

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

FLORENCE, ITALY - JANUARY 05: Davide Astori of ACF Fiorentina in action during the serie A match between ACF Fiorentina and FC Internazionale at Stadio Artemio Franchi on January 5, 2018 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)Astori, continua il cordoglio della Fiorentina. 24 ore dopo il dolore è intatto. La scomparsa improvvisa di Davide Astori ha profondamente scosso il mondo del calcio e dello sport italiano. 31 anni, sposato e padre di una bambina. Astori faceva parte di una generazione di calciatori che va man mano scomparendo. Un bravo ragazzo, che era un punto di riferimento per i compagni più giovani. Decine i messaggi sui social da parte di tanti compagni, da Buffon a Bonucci, da Tomovic a Kalinic, ognuno ha voluto far sentire la propria voce in segno di cordoglio. E’ il momento del dolore, ma anche quello delle iniziative di solidarietà. I tifosi della Fiorentina stanno invadendo i social con messaggi di dolore ma anche con proposte per onorare la memoria di Astori. I supporters viola vogliono che il nuovo stadio porti il suo nome e che la maglia numero 13 venga ritirata.

Leggi anche:  Le probabili formazioni di Inter-Real Madrid: Zidane in totale emergenza, Conte lancia Eriksen?

Una tragedia che paradossalmente potrebbe avvicinare la proprietà viola ai tifosi fiorentini. I fratelli Della Valle sono costantemente contestati dalla tifoseria della Fiorentina. Giuste o no, sono polemiche che ora devono essere messe da parte. Tutto il mondo viola deve stringersi attorno alla memoria di Astori. Un ragazzo che si era accollato la responsabilità di prendere la fascia di capitano, dopo le rovine lasciate dal calciomercato estivo. Pioli e i suoi avranno d’ora in poi il dovere morale di dare qualcosa in più. Un’altra bella cosa sarebbe dare la fascia di capitano a Federico Chiesa. Fiorentino doc, faccia da bravo ragazzo. Il figlio d’arte sarebbe l’erede ideale di Astori. Ma questi sono particolari, il momento è ancora quello del dolore e della commozione.

Astori, la Fiorentina si stringe attorno alla famiglia del capitano scomparso

Una moglie, una figlia di 2 anni e un incolmabile vuoto. Quello lasciato da Davide Astori la mattina di domenica 4 marzo. Le reazioni alla scomparsa del capitano della Fiorentina sono state immediate. Dal rinvio di tutte le partite in programma al minuto di silenzio della categorie minori italiane. Un dolore che ha condiviso anche il Camp Nou, prima di Barcellona-Atletico Madrid. Tanti i messaggi anche dall’estero, come quello di Sergio Ramos, capitano del Real Madrid.

Leggi anche:  Padova: una sconfitta che deve far riflettere

Rabbia da parte di Tatarusanu. L’ex portiere della Fiorentina, oggi al Nantes, ha fatto notare che in Francia non è stato osservato nessun minuto di silenzio. Nessun momento di riflessione per la scomparsa di un giovane uomo, nella vicina Italia. La scomparsa di Astori ha lasciato tutti sgomenti. “Un caso su centomila di morte improvvisa”, così si sono espressi esperti del settore medico per il tipo di morte che ha colpito Davide. Il procurato di Udine ha avviato un’indagine per omicidio colposo contro ignoti. Procedure obbligate, burocrazia che deve fare il suo percorso. Cose che però interessano relativamente. Oggi c’è un grande dolore e un senso di vuoto. Astori ha lasciato l’immagine, l’esempio di un calciatore amato da tutti. Non lo conoscevamo di persona, ma chi ha fatto la fortuna di farlo ricorderà per sempre il sorriso di Davide Astori. Chi di dovere faccia in modo che il suo nome divento eterno.

  •   
  •  
  •  
  •