Astori, l’ultimo saluto del mondo del calcio al capitano della Fiorentina

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

In tantissimi si sono ritrovati questa mattina in Piazza Santa Croce per dare l’ultimo saluto al capitano della Fiorentina Davide Astori, scomparso la notte precedente la gara contro l’Udinese per un malore improvviso. Tutta la città di Firenze e tutto il mondo del calcio hanno reso omaggio al giocatore viola.
All’interno della Basilicata di Santa Croce a prendere parte alla messa del Cardinale Betori sono accorse tante personalità del calcio e delle istituzioni.

Oltre alla squadra e alla società viola al gran completo hanno presenziato le altre squadre di Serie A e rappresentanze della B, oltre a Nicchi dell’A.I.A. e rappresentanti della F.I.G.C. Anche molti ex giocatori presenti, tra cui il cigno di Utrecht Marco Van Basten e l’ex portiere di Inter e Fiorentina Francesco Toldo, fino ad Andrea Pirlo, tutti visibilmente scossi dall’improvvisa perdita del difensore viola. Molti giocatori della Juventus e dell’Inter, così come della Sampdoria con in testa il presidente Ferrero hanno deciso di fare tappa a Firenze per il loro leale avversario in campo, collega e amico: Gigi Buffon, molto applaudito, Chiellini, Pjanic, Barzagli, Marchisio con Massimiliano Allegri, Candreva, Santon, D’Ambrosio, gli amici ed ex compagni di squadra di Astori Vecino e Borja Valero, Quagliarella, Matri, Babacar (anche lui ex compagno di Astori), Matri e l’allenatore Iachini del Sassuolo.
Forte anche la presenza di Cagliari e Roma, squadre in cui il difensore viola ha militato prima di approdare a Firenze. Anche il Genoa era presente con alcuni suoi giocatori.
Tra gli ultimi ad uscire dalla Chiesa è stato l’ex ct della Nazionale italiana Giampiero Ventura.

Leggi anche:  Juventus, il giudice sportivo ha deciso: due giornate a Morata

Anche il mondo politico e istituzionale non ha fatto mancare la propria partecipazione al dolore della famiglia di Astori e della città di Firenze: era presente il sindaco Nardella e l’ex premier Matteo Renzi, che è stato il predecessore dell’attuale primo cittadino fiorentino.
Tanti i messaggi di cordoglio e affetto, mentre durante la messa hanno preso la parola uno dei fratelli di Astori e a nome di tutta la Fiorentina il centrocampista Milan Badelj, entrambi visibilmente addolorati e commossi.
Alla fine un grande applauso per tutti i personaggi dello sport, ma soprattutto per il passaggio del feretro del capitano viola da parte di migliaia di persone che sventolavano sciarpe e bandiere viola e il coro: “Un capitano, c’è solo un capitano” come ultimo saluto a Davide Astori.
La folla ha infine aspettato di veder uscire i giocatori delle varie squadre, partite subito alla volta delle loro città per preparare la prossima gara di campionato.
Anche la Champions League ha voluto tributare Astori nei due giorni degli ottavi di finale, con un minuto di silenzio, con la dedica di Giorgio Chiellini, anche oggi in lacrime, e le parole dell’allenatore del Real Madrid Zinedine Zidane e del centrocampista del Paris Saint-Germain e della Nazionale Thiago Motta, molto dispiaciuti e spiazzati da questo lutto improvviso.

Leggi anche:  Acceso scontro in radio tra Cruciani e Maradona junior

La città di Firenze, infine, ha molto gradito l’omelia di Monsignor Betori che ha elogiato il ragazzo come uomo e come sportello, oltre ad aver dato sostegno morale ai familiari.

  •   
  •  
  •  
  •