Dani Alves, che scivolone: “Non conoscevamo Astori, non ne siamo rimasti turbati”

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui


Tra migliaia di messaggi di solidarietà e vicinanza alla famiglia e a tutto il movimento calcistico per la scomparsa di Davide Astori, purtroppo non mancano le voci fuori dal coro, che stridono con l’umanità che si conviene in momenti del genere. E tutto ci si poteva aspettare da Dani Alves, ma non un simile cinismo di fronte alla tragedia che ha sconvolto la Fiorentina e non solo. Come riporta Tuttosport, nella conferenza che precede la sfida di domani sera tra PSG e Real Madrid, alla domanda di un cronista sulla morte di Astori, Dani Alves ha risposto nella maniera più inopportuna possibile: “Non siamo rimasti turbati più di tanto per la morte di Astori, non lo conoscevamo”. Un’uscita assolutamente infelice per il terzino brasiliano che ha rincarato la dose di freddezza delle sue dichiarazioni: “Sono addolorato per la sua famiglia, ma Astori ha fatto quello che doveva fare in questo mondo e ora sarà in uno migliore”. “Nel mondo ci sono migliaia di bambini che muoiono di fame ogni giorno e che non  ricevono la stessa attenzioneaggiunge Dani Alves– ma sono altrettanto importanti. Purtroppo tutti siamo destinati alla morte prima o poi, siamo solo di passaggio in questa vita. Sarà anche un campione con la palla tra i piedi, ma in fatto di eleganza Dani Alves deve fare ancora tanta strada, e questo conta certamente di più!

Leggi anche:  Coppa Italia, sorteggi ottavi: Juve-Genoa, Milan-Torino
  •   
  •  
  •  
  •