Derby italiano per la panchina dell’Arsenal

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui


Il post Wenger sembra essere iniziato anche se, a Londra, se ne parla ormai da parecchi anni salvo poi la decisione della dirigenza dei gunners di continuare ancora con il tecnico francese in panchina. Ma adesso, dopo 22 anni, l’era di Arsene Wenger alla guida dell’Arsenal sembra essere davvero giunta al capolinea. A far propendere verso questa decisione anche il rapporto con i tifosi giunto davvero ai minimi storici con tanto di hashtag lanciato sui social “#wengerout” diventato virale.
Il toto-nome su chi sarà il prossimo allenatore dei biancorossi londinesi è già iniziato e, al ballottaggio finale, sembrano essere arrivati due tecnici italiani: Ancelotti e Allegri.
Per l’ex tecnico del Milan, si tratterebbe di un ritorno in Premier League dopo l’esperienza alla guida del Chelsea. Carletto Ancelotti in Inghilterra ha lasciato un ottimo ricordo e la sua carriera, ricca di successi internazionali, ne farebbe il successore ideale. Ma anche la FIGC starebbe pensando a lui come nuovo commissario tecnico azzurro. Il tecnico però non ha mai nascosto la sua voglia di ritornare a lavorare giornalmente con una squadra di club dopo che l’avventura in Baviera, alla guida del Bayern Monaco, si è conclusa anzitempo.
Non è la prima volta invece che il nome di Allegri è accostato all’Arsenal. Ma forse questa potrebbe essere il momento giusto. Il tecnico della Juventus potrebbe essere tentato da una avventura lontano dalla Serie A. L’allenatore bianconero è legato da un contratto fino al 2020 alla Vecchia Signora ma a fine anno le parti si incontreranno per decidere insieme quale sia la soluzione migliore per il futuro di entrambi. Intano, secondo quanto riportato dal Sun, in Inghilterra sono quasi sicuri: “Allegri è pronto a dire sì ai gunners”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, Ronaldo a riposo: non convocato per Benevento