Lega Serie A, fumata bianca: Gaetano Miccichè è il nuovo presidente

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

Dopo tanti rinvii, finalmente la Lega di Serie A ha un nuovo presidente: nel corso del pomeriggio, a Milano, l’assemblea dei presidenti ha eletto all’unanimità – venti voti su venti – Gaetano Micciché. E’ un traguardo storico per la Lega dopo l’insediamento di Giovanni Malagò a commissario straordinario e le dimissioni dell’ ex presidente della FIGC Carlo Tavecchio.

Gaetano Miccichè, 67 anni, palermitano, banchiere e fratello di Gianfranco, già presidente dell’Assemblea regionale siciliana e più volte ministro e appassionato di sport, è attualmente il presidente di Banca Imi del Gruppo Intesa San Paolo. Ed è proprio lui che è pronto a rilanciare il calcio italiano. All’ assemblea erano presenti tutti i 20 club di Serie A TIM tra cui il presidente della Juventus Andrea Agnelli, del Napoli Aurelio De Laurentiis, del Genoa Enrico Preziosi e l’ad del Milan Marco Fassone; presente anche il Cfo dell’Inter Giovanni Gardini.

Gaetano è il secondo presidente della Lega Serie A, dopo Maurizio Beretta, che è rimasto in carica per due mandati (dal 2010 al 2017): pensiamo alla divisione fra A e B, oppure quando il consiglio federale ha dichiarato decaduti gli organi della Lega di fronte allo stallo nel rinnovo delle cariche. Tra i due il passaggio non è stato diretto poiché le assise delle Società, a seguito della decadenza degli organi direttivi di Lega a Marzo 2017, sono state gestite per un anno da un doppio Commissariamento, prima di Carlo Tavecchio ed attualmente di Giovanni Malagò, che resterà a guidare la Lega Serie A fin quando la Governance non sarà interamente ricostituita.

Emozione a non finire per il nuovo presidente, che dopo l’elezione ha commentato così la nuova sfida lanciatagli: “Voglio ringraziare il Presidente Giovanni Malagò per avermi offerto questa opportunità del tutto inaspettata e ringrazio tutti i venti Presidenti delle Società per avermi votato all’unanimità. Sono molto orgoglioso ed emozionato, ma anche determinato per quello che dovrò fare.”

Leggi anche:  Gollini, il portiere assicura su Instagram: "È stata solo una grande botta. A lavoro per ritornare più forte"

Nella riunione di oggi pomeriggio, tutti i venti club lo hanno votato, anche Claudio Lotito (presidente della Lazio), all’ inizio contrario alla sua nomina. Condizione indispensabile era che ci fosse l’unanimità e alla fine c’è stata. Soddisfatto anche il ministro dello Sport Luca Lotti, che su Twitter ha elogiato il nuovo presidente.

Ma chi è Gaetano Miccichè?

Gaetano Micciché, 67 anni e palermitano, oltre a ricoprire la carica di banchiere, è anche membro del cda della Rcs, la sua nomina quindi è stata particolarmente gradita ad Urbano Cairo. Nel momento in cui è entrato in assemblea a via Rosellini, secondo alcuni giornali, Micciché è stato accolto da applausi e strette di mano da parte dei presidenti.

Leggi anche:  Nations League, sorteggi fatti: sarà Italia-Spagna

Già a partire da domani, il nuovo presidente dovrà lavorare per la questione dei diritti tv, assegnati a Media Pro. Entro venerdì la società spagnola dovrà versare 50 milioni e poi garantire una fidejussione da oltre un miliardo; nel frattempo, nelle prossime ore Jaume Roures, presidente di Mediapro, è atteso in Italia per incontrare i vertici di Mediaset Premium, Tim, Perform e Sky, nonchè quelli di Unicredit e Intesa Sanpaolo. Nel caso dovesse saltare l’operazione Mediapro, ci sarebbe un terzo bando. Ipotesi che però i presidenti sperano di scongiurare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: