Spal-Juventus: le dichiarazioni post-partita di Allegri e Semplici

Pubblicato il autore: Fabrizio Russo Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

E’ terminata con un sorprendente 0-0 l’anticipo della 29.a giornata di Serie A tra Spal e Juventus. Partita equilibrata con i padroni di casa che, di fatto, non hanno concesso nulla agli avversari che ora rischiano il +2 dal Napoli, qualora i partenopei dovessero battere il Genoa nel posticipo di stasera.

Queste le dichiarazioni dell’allenatore bianconero, Massimiliano Allegri:”Non sono arrabbiato, La Spal ha lottato, ci ha aggredito e dobbiamo fargli i complimenti. L’aspetto positivo è che non abbiamo subito gol e che al momento abbiamo 5 punti di vantaggio sul Napoli. Restiamo in vetta alla classifica, questa è la cosa importante. Quando non si ha abbastanza energie mentali si arriva dopo sui palloni e questo è quello che è successo a noi stasera”. Poi continua: “La Spal ci ha aggredito e non ci ha permesso di giocare. Abbiamo subito 29 falli che spezzettano il gioco. Ma non ci sono scusanti, la squadra sta facendo grandi cose, siamo in testa e nessuno se l’aspettava fino a tre settimane fa. Ora abbiamo bisogno di riposare e di recuperare alcuni giocatori.
Avevamo meno energie mentali perchè è umano dopo aver vinto così tante partite ed aver raggiunto i quarti di Champions League e la finale di Coppa Italia.

Tocca poi al tecnico della Spal, Leonardo Semplici, che si gode l’impresa del pareggio e prolunga la striscia positiva dei ferraresi: “I ragazzi sono stati bravi contro una squadra fortissima. Abbiamo tenuto bene il campo mostrando personalità: la strada è ancora lunga ma la Spal ha dimostrato di avere i requisiti per arrivare alla salvezza. Forse non abbiamo trovato la miglior Juventus ma noi abbiamo fatto una gara quasi perfetta.”
Poi alla domanda se sia meglio la Juve o il Napoli, il tecnico risponde: “Sono entrambi grandi squadre. La Juve è abituata a giocare su più fronti e ha una rosa più ampia ma il Napoli si fa rispettare per il gioco e l’organizzazione. Lotteranno fino alla fine, la favorita per me è la Juventus”.

  •   
  •  
  •  
  •