Inter-Juventus, Allegri: “Le cose piatte mi annoiano, con spensieratezza e entusiasmo vinceremo”

Pubblicato il autore: Aote Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Adesso mi diverto perchè le cose piatte, tipo vincere lo scudetto un mese prima, mi annoiano“.
Massimiliano Alegri sceglie la strada dell’ironia per aprire la conferenza stampa di presentazione della sfida di domani sera a San Siro contro l’Inter.
La settimana bianconera appena trascorsa è stata senza dubbio una delle più dure da gestire per il tecnico della Juventus; prima il ko col Napoli, ora distante un solo punto in classifica, poi le voci di presunte liti e spaccature all’interno dello spogliatoio bianconero, fino alla contestazione dei tifosi juventini a Vinovo, con tecnico e calciatori invitati a mostrare gli attributi in queste quattro sfide che decideranno l’assegnazione dello scudetto.
Proprio dalla settimana di Vinovo riparte Allegri a colloquio coni giornalisti: “Quando sono arrivato a Torino il clima era di certo peggiore.I tifosi sono venuti a far sentire la loro voce e mostrarci il loro attaccamento. Per quanto riguarda il nostro spogliatoio dispiace sentire certe voci, ma non è la prima volta ne sarà l’ultima. E’ un peccato perchè si vanno a toccare la sensibilità e la professionalità di tutti. Ci sono cinque partite da giocare, compresa la finale di Coppa Italia e noi vogliamo dare il massimo per centrare i due obiettivi che ancora abbiamo. I momenti di difficoltà possono sempre arrivare ma non significa che una squadra fenomenale fino a dieci gironi fa diventi scarsa all’improvviso. Serve equilibrio“.

Leggi anche:  De Ligt: "La Juve non ti chiama se non hai talento"

Tutto parte da una buona prestazione a San Siro, contro un’Inter in piena corsa Champions: “Non sarà decisiva ma ci servirà un’ottima prestazione. Quello che non dovremo fare sarà essere pensierosi; col Crotone abbiamo fatto male, ma subito n gol nell’unico tiro preso mentre col Napoli il gol è arrivato alla fine. Dovremo stare attenti fino alla fine ma non farci sopraffare dai pensieri. Se manterremo entusiasmo e spensieratezza molto probabilmente vinceremo noi.  Non dobbiamo perdere le nostre certezze, e in settimana abbiamo lavorato come abbiamo sempre fatto in tutta la stagione“.
Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo a San Siro sono sicure le assenze degli infortunati Chiellini, De Sciglio e Sturaro, mentre tutti gli altri effettivi sono a disposizione; dovrebbe rivedersi in campo dal primo minuto Dybala, ma Allegri non chiarisce del tutto i dubbi della vigilia: “E’ un grande giocatore che ha un mese per dare un grande contributo alla Juventus e magari conquistarsi anche la convocazione per il Mondiale. Da lui ci si attendeva di più ma c’è ancora tempo per essere decisivi“.
Il tecnico juventino conferma infine la difesa a quattro e la probabile presenza di Mandzukic e Barzagli dal primo minuto.
Capitolo finale dedicato al rapporto dello stesso Allegri coni tifosi bianconeri, molti dei quali hanno espresso sui social e on solo uno scarso gradimento per il tecnico artefice dei recenti successi juventini: “I tifosi hanno tutto il diritto i esprimere i loro giudizi. Io li rispetto e loro rispettano me. L’allenatore è sempre responsabile di tutto e quando per due partite di seguito non arrivano i risultati è normale che arrivino le critiche, visto che siamo alla Juventus“.

  •   
  •  
  •  
  •