Lazio, De Vrij attacca la società: “Non volevo giocare la partita contro l’Inter”

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui
ROME, ROMA - NOVEMBER 26: Stefan De Vrij of SS Lazio celebrates a opening goal with his team mates during the Serie A match between SS Lazio and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico on November 26, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Stefan De Vrij – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

L’ormai ex difensore della Lazio Stefan De Vrij ha parlato dell’ultima partita giocata contro l’Inter, sua squadra attuale, ammettendo di aver  chiesto alla società di non scendere in campo per il match contro i nerazzurri.

De Vrij sotto “accusa”. E’ passata più di una settimana dall’ultima giornata di campionato specialmente da Lazio-Inter che ha sancito la Champions per i nerazzurri mentre l’Europa League per i biancocelesti: la squadra di Spalletti si è imposta per 3 a 2 all’Olimpico ottenendo una qualificazione che mancava da anni. L’osservato speciale di questa partita è stato Stefan De Vrij: l’olandese, una settimana prima del match, aveva svolto le visite mediche con i nerazzurri per poi firmare il contratto che lo legherà all’Inter per le prossime stagioni. Per l’olandese, però, è stata una settimana difficile: durante la partita il difensore ha concesso il calcio di rigore all’Inter ( successivamente trasformato da Icardi) che ha dato via alla rimonta nerazzurra poi completata da Vecino. De Vrij, una volta sostituito, si è coperto il volto visibilmente scosso dall’accaduto prendendosi le critiche dai tifosi della Lazio e non. Nelle ultime ore, però, De Vrij ha rilasciato dichiarazione in merito a quella partita.

De Vrij costretto a giocare. Dal ritiro dell’Olanda è tornato a parlare De Vrij in merito a ciò che è accaduto prima della delicata sfida contro l’Inter. Il difensore ha attaccato la società biancoceleste ammettendo di non voler giocare quella partita e affermando di esser stato costretto a giocare il match: ” Alla vigilia avevo detto alla società che non avevo buone sensazioni, sentivo che non avrei mai potuto giocare bene. però loro mi volevano in campo. Chi mi conosce sa che ho dato tutto,anche contro la mia volontà:  Di sicuro, posso guardarmi allo specchio: non so se in Italia ci credono. E non ho notato nulla del trambusto che si è creato, mi sono completamente isolato.” Una dichiarazione che non farà felici i tifosi e la società che dovrà rispondere dell’attacco fatto dall’ormai attuale difensore dell’Inter.

  •   
  •  
  •  
  •