Juventus, il dopo Buffon non preoccupa. Szczesny e Perin sono sinonimo di affidabilità

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui

Mattia Perin – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Nella prossima stagione in casa Juventus ci sarà una novità assoluta, vale a dire l’assenza tra i pali di una bandiera come Gigi Buffon. Come ben si sa, il fenomeno azzurro ha lasciato la Juventus dopo ben 17 anni, tantissimi anni di successi personali e di squadra difficilmente ripetibili. Il fenomeno di Carrara lascia un’eredità non facile da raccogliere, eppure la porta della Juventus nella prossima stagione sarà in mani più che affidabili. Con l’arrivo di Perin la società bianconera ha messo a disposizione di Allegri due portieri di assoluto livello, con il già presente Szczesny, il mister toscano può dormire sonni tranquilli per quanto riguarda la porta.

L’arrivo di Mattia Perin può garantire una certezza in più alla rosa bianconera, l’ex Genoa, anche nella recente amichevole contro l’Olanda in nazionale ha dimostrato tutto il suo valore. Ricordiamo che Roberto Mancini nelle prime tre gare della sua gestione ha fatto ruotare i tre portieri a disposizione, Perin ha sicuramente convinto, dimostrando di avere qualcosa in più anche di Donnarumma. Con l’arrivo alla Juventus, Perin avrà la possibilità di dimostrare a tutti di meritare sia il bianconero che l’azzurro, dopo anni di grandi prestazioni al Genoa è arrivato il momento di dimostrare il suo valore anche in palcoscenici più importanti.

Anche in questo caso Beppe Marotta è stato bravo a scegliere la pedina giusta, sostituire un fenomeno come Buffon non è di certo cosa facile di questi tempi. Oltre a Perin non bisogna dimenticare la presenza del sempre convincente Szczesny, il portiere polacco nella scorsa stagione è stato protagonista con prestazioni superlative sotto tutti i punti di vista. Nel periodo di assenza di Buffon per infortunio, l’ex portiere della Roma ha giocato con grande continuità, dimostrando di poter sostituire degnamente anche un super campione del calibro di Gigi.

In attesa dei rinforzi negli altri reparti, con la partenza di Higuain che sembra sempre più probabile, la Juventus può godersi le certezze tra i pali. Senza dimenticare il colpo Emre Can a centrocampo, un calciatore di livello assoluto, arrivato a parametro zero per la gioia dell’appassionato popolo bianconero. La Juventus sembra avviarsi ad un mercato estivo da assoluta protagonista, oltre all’acquisto dell’ex Liverpool, c’è sullo sfondo la possibile cessione di Pjanic ad un grande club europeo. La cessione del centrocampista bosniaco potrebbe far entrare nelle casse bianconere oltre 60 milioni di euro, una cifra importante che verrebbe sicuramente investita per tentare l’assalto a Milinkovic-Savic o Verratti.

Gli unici incedibili in casa Juventus al momento sono solamente Bernardeschi e Douglas Costa, il brasiliano è stato riscattato poche ore fa dal Bayern Monaco, con la società torinese che ha versato 40 milioni di euro nelle casse tedesche. Un investimento importante, d’altronde il fuoriclasse brasiliano nella seconda parte di stagione ha dimostrato tutto il suo valore, le sue prestazioni hanno esaltato sia i tifosi bianconeri che lo stesso Max Allegri. Tornando all’arrivo di Perin, non bisogna solo considerare il valore dell’acquisto, ma bisogna considerare sopratutto che la Juventus è tornata a puntare su calciatori nostrani, un evento sicuramente positivo anche in chiave nazionale.

Con Perin, Caldara e Spinazzola, il club bianconero oltre a dare forze fresche ad Allegri ha tinto nuovamente di azzurro la rosa bianconera, senza dimenticare che dal Manchester Utd potrebbe arrivare anche Darmian. La Juventus vuole continuare a vincere in Italia oltre a rimanere protagonista in Europa, per farlo in estate cercherà di piazzare due-tre colpi importanti, per innalzare ancor di più il livello di una rosa già super competitiva. In attesa della nuova stagione facciamo un plauso a Beppe Marotta, sempre bravo e vigile a piazzare il colpo giusto, siamo sicuri che anche quest’estate il dirigente bianconero tornerà a stupire con qualche colpo ad effetto.

  •   
  •  
  •  
  •