Torino-Roma, Edin Dzeko è l’uomo della provvidenza. Impressiona Justin Kluivert

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui
during the Serie A match between AS Roma and FC Crotone at Stadio Olimpico on October 25, 2017 in Rome, Italy.

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

La Roma ha iniziato la nuova stagione con il piede giusto, espugnando il campo del Torino con una perla nel finale di Edin Dzeko. Il bosniaco ha tolto ancora una volta le castagne dal fuoco e lo ha fatto con una rete a dir poco favolosa, un sinistro al volo che ha fulminato l’incolpevole Sirigu. A servire l’assist al centravanti bosniaco ci ha pensato il figlio d’arte Kluivert. Il talento olandese si è messo in mostra con una serpentina impressionante, prima di mettere in mezzo un cross perfetto per il compagno di squadra, che ha così portato alla Roma i primi tre punti in campionato. I giallorossi l’hanno spuntata a pochi minuti dal termine e dovranno crescere molto se vogliono ambire a grandi traguardi.

Leggi anche:  Ultras europei contro Andrea Agnelli: "...Vostra avidità illimitata"

Siamo solamente ad agosto ed è più che normale una forma fisica precaria, visto e considerato che i calciatori devono smaltire i carichi di lavoro estivi, prima di raggiungere uno stato di forma accettabile. Allo stesso tempo non bisogna sottovalutare la fatica che la Roma ha fatto a centrocampo, con Pastore e De Rossi che hanno praticamente passeggiato a vuoto per tutta la durata del match. L’argentino come era prevedibile è ancora lontanissimo dai suoi standard, l’azzurro invece conferma di essere in netto calo e con l’arrivo di N’Zonzi sarà lui con molta probabilità il primo sacrificato tra gli undici iniziali.

Senza dimenticare l’incostanza di Kevin Strootman. L’olandese anche contro i granata si è esibito nell’ennesima prova incolore e Di Francesco dovrà meditare e molto sull’importanza dell’ex Psv nella rosa giallorossa. Merita un plauso il nuovo arrivato Cristante. Con il suo ingresso in campo nella ripresa ha ravvivato la manovra giallorossa e si è espresso a grandi livelli, dimostrando di esser pronto a diventare uno dei pilastri della Roma di Eusebio Di Francesco.

  •   
  •  
  •  
  •