Claudio Marchisio vola allo Zenit ma pungola Allegri: “Dispiace esser stato ritenuto infortunato anche quando non lo ero”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
TURIN, ITALY - OCTOBER 25: Claudio Marchisio of Juventus in action during the Serie A match between Juventus and Spal on October 25, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Claudio Marchisio – Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Claudio Marchisio, in compagnia di sua moglie e dei suoi due bimbi, è partito con destinazione San Pietroburgo. Dopo 25 anni in bianconero, il “principino” intraprende ufficialmente la sua nuova avventura professionale tra le fila dello Zenit. Attualmente la squadra russa è prima in classifica in campionato e si accinge a disputare, come protagonista, l’Europa League.

Marchisio ha firmato un contratto dalla durata biennale e spera di poter proseguire nell’arricchire la sua bacheca personale, dopo i sette scudetti di fila, le quattro coppe Italia e le tre supercoppe italiane conquistate in bianconero, un colore che mai dimenticherà, strisce cucite nel petto sin dal lontano 1993 quando iniziò la sua lunga cavalcata nel settore giovanile per poi approdare in prima squadra.

Le ultime due annate, complice l’infortunio al ginocchio sinistro subito nell’aprile del 2016, sono state particolarmente difficili. Il “principino” è stato relegato nel ruolo di riserva di lusso da parte di Allegri e lo scorso 17 agosto è avvenuta la decisione, per alcuni versi inevitabile, di rescindere consensualmente il contratto con la Vecchia Signora, consapevole che la sua lunga esperienza sotto l’ombra della Mole sia ormai giunta al capolinea.

Intercettato dai giornalisti presenti all’aeroporto di Caselle, poco prima di spiccare il volto con destinazione Russia, Marchisio ha rilasciato interessanti dichiarazioni in merito alla sua nuova avventura nello Zenit, senza disdegnare un’entrata a gamba tesa nei confronti, principalmente, di Allegri per quanto concerne il livello di considerazione avuto nei suoi confronti negli ultimi due anni.

Questo un estratto principale delle parole pronunciate dall’ex numero 8 juventino: “Lo Zenit? Oramai, io e la mia famiglia siamo abituati a questa nuova realtà e a questa esperienza e oggi partiamo per viverla tutti insieme. Ora quello che conta per me è arrivare subito là, conoscere di persona l’allenatore, la squadra e ringraziarli per questa opportunità che mi stanno dando e di continuare con loro questa stagione, iniziate bene: sono primi in classifica“.

Tornando, poi, a parlare inevitabilmente di Juventus, il “principino” si esprime così: “Gli ultimi anni non sono stati sicuramente facili però è anche il rischio del nostro mestiere. Dispiace solo essere passato a volte per infortunato perché non lo sono mai stato, però questo fa parte del nostro lavoro. Quindi spetta soltanto a me iniziare questa nuova avventura e allenarmi come ho sempre fatto e dimostrarlo poi sul campo“. Infine per quanto concerne un suo possibile ritorno nella città di Torino, Marchisio afferma con certezza che avverrà, dirottando il medesimo quesito sulla Juve, il centrocampista appare meno possibilista, rispondendo con un enigmatico: “Non lo so“.

  •   
  •  
  •  
  •