Esonero Inzaghi, Mihajlovic possibile sostituto del tecnico del Bologna

Pubblicato il autore: allecarpi Segui

Filippo Inzaghi – Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Un inizio sicuramente a rilento quello del Bologna e del suo allenatore Filippo Inzaghi, che nonostante una squadra attrezzata per salvarsi in modo abbastanza agevole si ritrova diciottesima in classifica, la colpa ovviamente non ricade tutta sul tecnico ma come spesso succede in questi è più facile incolpare il mister e cambiarlo, sarebbe più complicato e dispendioso cambiare i giocatori rispetto alla guida tecnica.
Dopo la sconfitta contro l’Empoli la panchina di Inzaghi è sempre più a rischio ogni ora che passa, risuona già nell’aria il nome del possibile sostituto, ovvero Mihajlovic, pare che Superpippo si giocherà il suo futuro nella prossima partita che disputerà, guarda caso il destino, contro la sua ex squadra che ha fatto gioire tante volte da giocatore ossia il Milan.
Con una differenza reti di -11 il Bologna (24 gol subiti e 13 gol fatti) è la terza peggior squadra sotto questo punto di vista, il problema maggiore risiede sicuramente nella parte offensiva, anche se la difesa non è che sia proprio invarcabile diciamo.
Sconfitto ad Empoli per 2 a 1 Inzaghi non poteva non aspettarsi tutta questa pressione riguardante il suo incarico, vedremo cosa combinerà nel prossimo turno quando a Bologna arriveranno i rossoneri, che pur dovendo tanto a Pippo sicuramente cercheranno di fare risultato, se non dovesse andare bene sotto il punto di vista del risultato o quantomeno del gioco espresso, il nome più papabile in queste ore come sostituto è quello di Sinisa Mihajlovic; ecco le parole di Inzaghi nel post partita di Empoli:
“Non possiamo creare così tanto e fare solo un gol, serve più cattiveria. Ma sono sicuro che ci salveremo”.
Decisivo un incontro avvenuto negli spogliatoi al termine dell’ultimo match, dopo il confronto è emersa la volontà di andare avanti ancora con l’allenatore, anche in considerazione della prestazione dei rossoblù.
Ha continuato l’intervista parlando anche della prestazione della sua squadra a Empoli, ecco le sue testuali parole:
”Abbiamo avuto tantissime occasioni, abbiamo messo quasi quaranta cross in area e creato otto occasioni da gol in trasferta: non possiamo permetterci di fare solo un gol. È chiaro che mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra perchè è venuta a fare la partita ed è una squadra che lotta, quando abbiamo preso gol abbiamo sempre reagito e abbiamo creato tantissimo probabilmente dobbiamo avere più cattiveria, perchè non possiamo creare così tanto e fare solo un gol. La mia posizione? Non ho ancora parlato con nessuno sicuramente domani parlerò con la società che prenderà la decisione più opportuna”.

Questo un breve estratto dell’intervista nel post partita, con la panchina dunque confermata in vista della prossima gara contro il Milan, Inzaghi difende molto i suoi ragazzi dicendo che stanno facendo buone prestazioni sotto il punto di vista del gioco ma che purtroppo non riescono a concretizzare, come se mancasse un vero finalizzatore a questo Bologna, una punta d’area che magari toccando solo due palloni ti segna un gol, situazione abbastanza paradossale per una squadra allenata da Pippo, che se fosse ancora un giocatore sarebbe il tassello mancante di questa rosa; si dice comunque fiducioso per il futuro e per la salvezza, nel mentre Mihajlovic rimane in attesa ed è sicuro che tiferà Milan martedì sera quando appunto al Dall’Ara arriveranno i rossoneri.

 

  •   
  •  
  •  
  •