Riccardo Saponara agguanta la Lazio: 2 a 2 spettacolare, ma la Lazio ha dominato -Video-

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Sampdoria – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Dominio laziale nel match dell’Olimpico tra Lazio e Sampdoria che agguanto il pareggio grazie a Riccardo Saponara che è stato protagonista una volta inserito in campo nella seconda frazione di gioco dal tecnico Giampaolo.

Davanti al pubblico di casa la squadra di Inzaghi ha cercato in tutti i modi la vittoria ma ha trovato sulla sua strada una squadra che ha saputo difendersi ordinatamente sfruttando le ripartenze e soprattutto la classe innata del suo leader, in campo e fuori, ovvero Fabio Quagliarella che finalizza una bellissima azione della squadra blucerchiata, l’unica del primo tempo ma letale grazie a un calciatore che quando è chiamato in causa non delude.

La reazione della Lazio è stata immediata, ma palo e un grandissimo Audero, vera rivelazione tra i portieri del campionato, negano il pareggio primaa Immobile e poi a Correa, ma nel secondo tempo è il difensore Acerbi a pareggiare i conti, ristabilendo la situazione di parità.

Leggi anche:  Europei pallavolo maschile , un'Italia da sogno si conquista la finale

In pieno recuperò una disattenzione difensiva porta a un fallo di mano, rigore e rete di Immobile, che si dimostra ancora una volta un bomber implacabile. Giochi chiusi, così sembra, ma Saponara grazie a un lancio lungo inventa un gol alla Ibrahimovic, dimostrandosi il cuore pulsante di questa Samp.

Riccardo Saponara: “Ho fatto il pallonetto ad occhi”

Soddisfatto per il pareggio e per il gol che dice di aver fatto a occhi chiusi, Riccardo Saponara, che come in Coppa Italia si è dimsotrato importantissimo nello scacchiere tattico di Giampaolo:

“E’ stato bellissimo, dopo il rigore eravamo giù, ma sull’ultima palla lunga ci ho creduto. Ho fatto il pallonetto ad occhi chiusi ed è andata bene. Sono corso dai tifosi e mi hanno sballottato ovunque, anche le mutande. Ma è stata un’emozione bellissima. Nella ripresa però siamo stati troppo rinunciatari, finendo con il pagare la loro maggiore aggressività. Abbiamo avuto anche un po’ di fortuna, ma va bene così”.

Riconosce i meriti della Lazio e la troppa arrendevolezza della Sampdoria che avrebbe dovuto fabbricare più gioco, anche se, essendo in trasferta contro una squadra che lotta per la postazione Champions non era affatto facile.

Leggi anche:  Perugia Femminile, Giulia Piselli: "Abbiamo lavorato molto in settimana, siamo pronte"

Marco Giampaolo su Riccardo Saponara: “Sulla trequarti so di avere due giocatori forti”

Esamina la partita il tecnico Marco Giampaolo, che si sta dimostrando uno dei più preparati della serie A, capace a valorizzare i giovani, Schick e Skriniar sono cresciuti con lui, e a far rendere il più possibile anche calciatori considerati “stagionati” come Quagliarella:

“Siamo stati bravi nel primo tempo, facendo una grande prestazione contro una squadra forte nell’uno contro uno. Poi, nella ripresa, siamo calati e abbiamo subìto il gioco della Lazio. Siamo comunque rimasti ordinati e perdere sarebbe stato un peccato. Abbiamo lottato e abbiamo messo in campo tanta grinta. C’è giustizia divina, meritavamo di fare risultato. La nostra ambizione deve sempre essere quella di annullare il gap con le squadre più forti. Saponara? Sulla trequarti so di avere due giocatori forti. Stasera per me era più funzionale Ramirez, che ha fatto una grande partita, ma l’ingresso di Saponara era pianificato”.

  •   
  •  
  •  
  •