Gattuso e Romagnoli, infuriati per gli errori del Var

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

A Gedda sembrava più un’amichevole, che una finale di Supercoppa Italiana (che di italiano ha forse solo il nome delle squadre in campo) vista la lentezza della gara tra Juventus e Milan. Chissà forse il clima diverso? la temperatura un po’ più alta, ma fatto sta, che è stata una partita di episodi, alquanto tirata non molto spettacolare, come si aspettavano forse gli arabi. La Juventus, intanto ottiene la sue ottava supercoppa italiana, con gol di Cristiano Ronaldo, non senza polemiche anche questa volta. Il Milan, nel dopo partita si è lamentato dell’arbitraggio del livornese Banti, che nell’episodio dell’espulsione di Kessie, dopo due minuti è tornato al Var per cacciarlo dal campo. Fallo che ci sta tutto. Ma perché non ha fatto lo stesso con il francese Matuidi? misteri del calcio, e di chi è dietro a quegli schermi di tecnologia avanzata, che dovranno ancora migliorare per rendere il calcio italiano attendibile. Anche sugli episodi dei due rigori negati sia alla Juventus, che ai rossoneri, entrambi alquanto netti. E a fine gara, Gattuso in conferenza stampa, ed il capitano del Milan Romagnoli, hanno criticato l’arbitraggio. Il tecnico del Milan ha detto infatti: “A Genova mi mancheranno tre giocatori, poi parlano di regolamento”. Romagnoli, invece sembra più arrabbiato: ” Non vedo lo stesso trattamento, ad ogni contatto, noi veniamo ammoniti. Noi diamo rispetto, ma lo chiediamo anche”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fiorentina-Inter: quella volta che....Borgonovo decide la gara a tempo scaduto