Sassuolo, il tabù si chiama Cagliari: vincere per sognare un posto in Europa

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

Riparte da Reggio Emilia la 21° giornata di Serie A TIM. Al Mapei Stadium, alle ore 15.00, andrà di scena l’anticipo tra Sassuolo e Cagliari. Roberto De Zerbi contro Rolando Maran, Europa League contro salvezza. Questi i temi principali della sfida odierna.

La prima volta senza Boateng andò benissimo (2-0 in casa della Spal). L’ultima, invece, decisamente il contrario (sconfitta per 3-1 in casa della Roma di Eusebio Di Francesco). Oggi a Reggio Emilia, nel primo anticipo della 2° giornata di ritorno, la sua assenza peserà tanto. E’ successo tutto in meno di una settimana: sabato il match contro l’Inter poi lunedì la decisione che ha spiazzato tutta Italia: “Clamoroso, Kevin Prince Boateng nuovo giocatore del Barcellona“. Decisione presa in poche ore, come ha sottolineato il neo acquisto blaugrana in conferenza stampa, che ha anche ringraziato la sua ex squadra per i pochi mesi vissuti insieme.

Leggi anche:  Milan, nuova tegola: Brahim Diaz positivo al Covid-19

Ora bisogna andare avanti, come ha dichiarato ieri il tecnico neroverde e la prossima sfida è contro il Cagliari di Maran. Bisogna sfatare il tabù Mapei Stadium, dove gli emiliani non vincono da oltre quattro mesi. Se da una parte l’ambizione, l’entusiasmo e la voglia di fare bene restano quelle, dall’ altra il Sassuolo ha perso un enorme giocatore, molto importante per lo spogliatoio. Oggi però bisogna sfatare un altro tabù: per i neroverdi non si tratta del solito esame, ma di una gara spartiacque tra la squadra vista fino ad ora e quella che sarà fino al termine della stagione. Ma oggi sarà ancora più speciale per i tifosi neroverdi, senza neanche farlo apposta, perché fu proprio Boateng l’autore del gol al 99′ del match di andata in Sardegna.

Se il tecnico neroverde è sia deluso per l’addio di Boateng sia motivato per la sfida, anche Maran non si nasconde dietro le assenze: “All’andata contro il Sassuolo è stato uno dei rimpianti più grandi del girone d’andata. È stato un peccato non fare bottino pieno alla luce della prestazione. E’ una realtà consolidata, che da anni porta avanti un progetto di crescita. Oggi dobbiamo mettere in campo quanto di buono fatto in settimana, ho visto i ragazzi allenarsi molto bene. Farias? E’ un giocatore sardo, sta lavorando bene e può giocare dall’ inizio. Loro senza KPB? Noi abbiamo cinque assenze pesanti…

Con l’addio di KPB, l’attacco è ancora più in bilico, c0n tanti giocatori pronti a prendersi un posto fin da subito, rimpiazzando l’ex compagno. Babacar, Matri, Scamacca, Djuricic o un nuovo mister X? Queste le possibili soluzioni che il tecnico De Zerbi deve gestire. Senza pensare al futuro, in casa emiliana il futuro però inizia oggi. Dalla gara contro il Cagliari. Il pallone rotola veloce e la partenza di Boateng potrebbe essere uno stimolo in più per fare meglio, difesa, centrocampo ed attacco. Il tecnico serra i ranghi, e la gara di oggi potrebbe essere già decisiva.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 8.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN


Sassuolo-Cagliari, le probabili formazioni


PROBABILE FORMAZIONE SASSUOLO (4-3-3)
: Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari, Rogerio; Duncan, Magnanelli, Locatelli; Berardi, Babacar, Djuricic. All.: De Zerbi

PROBABILE FORMAZIONE CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Pisacane, Ceppitelli, Padoin; Ionita, Cigarini, Barella; Birsa; Joao Pedro, Pavoletti. All.: Maran

  •   
  •  
  •  
  •