Allegri alla vigilia di Inter-Juventus: “Champions competizione bastarda, domani rientra Chiellini”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi

E’ un Allegri apparentemente tranquillo quello che ha risposto ai giornalista, alla vigilia dell’affasciante derby d’Italia tra Inter e Juventus. La sfida tra le due società e tifoseria è sempre più carica di veleni passati dovuti a calciopoli, e anche e i giochi sono già finiti, l’atmosfera a Milano è bella calda. Allegri ha affermato che anche se lo scudetto è vinto matematicamente, imperativo della Juventus è sempre uno: vincere. Ecco un’estratto delle sue dichiarazioni:

Inter-Juventus è sempre una partita meravigliosa. Dovremo venire via facendo risultato, dato che volgiamo continuare a fare punti in queste partite che stimolano. Giocherà Chiellini mentre Bentancur non sarà della partita per problemi muscolari. In attacco, spazio a Kean. Ci adatteremo”.

Oltre al match di domani, il tecnico ha voluto parlare anche del proprio futuro e della recente – e cocente – eliminazione dalla Champions League: “Incontrerò Agnelli e parleremo per progettare nuovi obiettivi da raggiungere. Quando si programma il futuro, si parla e c’è un confronto. Dovremo programmare una stagione che si preannuncia difficile”.

“La recente eliminazione in Champions? E’ una competizione bella, ma bastarda. Dobbiamo arrivare al momento giusto nelle migliori condizioni possibili. Gli infortuni possono essere un fattore importante, ma parlarne adesso è inutile. Se non si vince la Champions, non possiamo farne un dramma. Quest’anno siamo arrivati male ai quarti, e anche io ho le mie responsabilità”.

Problema Douglas Costa

A Torino, teine banco anche il caso Douglas Costa, relegato in panchina da Allegri: Douglas Costa? Non lo posso giudicare perché non ha mai giocato. Si è infortunato tante volte e può capitare. Non posso giudicarlo, non l’ho più visto, non so nemmeno se sia biondo o moro”. Dopo lo sputo che il brasiliano rifilò a Di Francesco del Sassuolo, Douglas Costa non si è più ripreso. Tra infortuni e polemiche via social e non, l’ex Bayern sembra sempre più lontano da Torino.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Skriniar chiede al PSG di prenderlo a gennaio: teme la reazione dei tifosi neroazzurri