Ancelotti esalta Callejon: “può giocare ovunque”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui


Verso la fine dello scorso campionato, a Frosinone, dove il Napoli vinse 0-2, a fine gara, i tifosi partenopei gli lanciarono anche la maglietta indietro rifiutandola. Stiamo parlando di José Maria Callejon, un ragazzo silenzioso, mai sopra le righe, vero professionista, che non ha mai scatenato polemiche.
Farà la settima stagione in maglia azzurra, quando venne nel 2013 con Albiol e Gonzalo Higuain. Era il Napoli di Rafa Benitez, ed i tifosi napoletani, come accade quasi sempre da qualche anno ormai, che si domandavano “chi è?”. Possiamo solo dire, che è uno dei calciatori più duttili che ci siano sul palcoscenico.
Inizia da esterno destro con Benitez, e regala perle e gol con tiri al volo; viene Sarri, e dà spettacolo nel 4-3-3 intendendosi a perfezione con Insigne, con i suoi tagli in diagonale che beffano le difese, torna in difesa, ripiega e non si stanca quasi mai.
Anche con Ancelotti, ha giocato quasi tutte le partite dello scorso campionato, e da due gare a questa parte, in amichevoli pre campionato, il tecnico azzurro lo sta provando da centrale di centrocampo.
“L’ho fatto giocare solo 15 minuti in quella posizione, ma sembra che ci sia nato. Può giocare ovunque.”  Queste le parole di Ancelotti nei riguardi di un giocatore che tatticamente, farebbe le fortune di qualsiasi squadra.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, probabili formazioni Juventus-Napoli: ecco le scelte di Pirlo e Gattuso
  •   
  •  
  •  
  •