Live Calciomercato Roma: per Pau Lopez siamo ai dettagli. Petrachi mette in guardia la squadra….

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

“Non voglio vedere persone con la pancia piena. Chi viene alla Roma, dovrà arrivare con convinzione e mostrare attaccamento”. Sono parole forti quelle usate dal neo direttore sportivo della Roma Gianluca Petrachi. L’ex dirigente del Torino, presentatosi ieri in conferenza stampa, ha subito lasciato intendere quale sarà la linea di condotta della nuova società. L’obiettivo è quello di creare attaccamento per i colori giallorossi, mettendo a disposizione di Fonseca un organico di calciatori motivati e pronti a spendere fino all’ultimo grammo di energia pur di condurre la squadra alla vittoria.

Per riaccendere l’entusiasmo della piazza, la Roma ha già pronti i primi colpi da regalare a Paulo Fonseca. Uno di questi è aicuramente Pau Lopez. L’estremo difensore classe 1994, sembra essere il rinforzo ideale individuato dal tecnico portoghese per sostituire uno scialbo e deludente Robin Olsen, autore quest’anno di diverse prestazioni da dimenticare che hanno spesso condizionato negativamente il risultato (e dunque la classifica) della squadra capitolina. Roma e Betis sarebbero pervenute ad un accordo la scorsa notte. I giallorossi verseranno nelle casse della società spagnola circa 18 milioni più altri 7 derivanti dalla percentuale di rivendita su Antonio Sanabria. I 25 milioni complessivi hanno fatto sì che si assottigliasse il divario tra la prima offerta (15 più 5 di bonus) e la richiesta degli iberici che si aggirava intorno ai 30 milioni.

Leggi anche:  Finale di Supercoppa Italiana, è la quarta sfida tra Juventus e Napoli

Sistemata la questione portiere con Pau Lopez, la Roma dovrebbe riuscire a finalizzare l’acquisto di Gianluca Mancini dall’ Atalanta. Le fonti parlano di un affare da 21 milioni più 3 di bonus. Giocatore duttile (può essere impiegato sia d centrale che da terzino), Mancini avrà l’onere di sostituire degnamente Kostas Manolas, recentemente approdato al Napoli, in un’operazione che ha portato sulle sponde del Tevere Amadou Diawara, che si è subito dimostrato entusiasta di questa nuova avventura.

Mancini e Diawara sono due profili giovani, cui la dirigenza capitolina chiederà entusiasmo e voglia di sacrificarsi. Elementi che sembrano mancare a diversi profili “top” del club,distratti da diverse voci di mercato. Primo su tutti, Edin Dzeko. Con lui Petrachi è stato chiaro: o l’Inter presenterà un’ offerta ritenuta congrua o il giocatore rimarrà alla Roma. Qualora al bosniaco fosse dato l’ok per la partenza, i giallorossi proveranno a rifarsi seriamente sotto per Gonzalo Higuain. L’argentino ha ribadito più volte tramite il fratello-agente Nicolas, che in Italia giocherebbe solo alla Juventus. I bianconeri hanno però altri piani, e potrebbero usare il pipita come pedina di scambio per arrivare a Zaniolo. Anche sul talentino classe ’99, Petrachi è stato chiaro: “Il ragazzo ha ancora tanto da dimostrare. Deve tornare ai livelli su cui si era attestato a inizio stagione. Serve umiltà per migliorare e lui non ha ancora fatto nulla”.

Frasi eloquenti che mirano a “mettere in riga” un gruppo che, nell’ultima annata, ha disatteso le aspettative. L’era Petrachi è ufficialmente iniziata, la Roma è chiamata a ricattarsi.

  •   
  •  
  •  
  •