De Ligt è ora quello vero: il tulipano sta sbocciando nella Juventus

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

L’ennesima vittoria della Juventus di Sarri coincide con l’ennesima prestazione convincente di Matthijs De Ligt. Il centrale difensivo olandese era stato bersagliato dalla critica dopo le prime prestazioni con la maglia bianconera. Addirittura fin dal pre-campionato. In molti già lo avevano etichettato come flop colossale della Juventus, dimenticando la sua carta d’identità: solo 19 anni. A 19 anni si può sbagliare, ma il peso del prezzo del cartellino – 75 milioni di euro – è elevato. L’ex Ajax però non si è perso d’animo e partita dopo partita si è integrato sempre di più nel calcio italiano. Decisamente diverso da quello olandese. L’inaspettato infortunio di Chiellini ha costretto Sarri a dare al giovane tulipano le chiavi della difesa, che condivide assieme all’esperto Bonucci.

Anche ieri sera in Champions League contro il Bayer Leverkusen – così come nelle precedenti partite da lui disputate –De Ligt ha dimostrato la sua qualità a livello tattico, tecnico e fisico. L’intesa con Bonucci e con tutto il resto della squadra si sta facendo sempre più affiatata e si nota anche una certa propensione offensiva durante le palle inattive. Vero punto di forza del giovane centrale difensivo che per l’appunto fece un gol storico allo Stadium, proprio alla Juventus. De Ligt sta acquistando fiducia come nella Nazionale olandese, dove assieme a Van Dijk forma una delle migliori – se non la migliore – coppia di centrali difensivi al mondo. Proprio stando in coppia con il ciclopico centrale del Liverpool, De Ligt è migliorato dal punto di vista tattico e sugli inserimenti nelle palle inattive, ma soprattutto dal punto di vista caratteriale. Dunque futuro da leader nella Juventus e nell’Olanda per Matthijs. Il tulipano sta sbocciando

  •   
  •  
  •  
  •