Ma gli arbitri e Nicchi, conoscono il regolamento?

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

In queste ore sta girando un video di Nicola Rizzoli, designatore degli arbitri riguardo il rigore non concesso al Bologna per il fallo-non fallo di De Ligt durante Juve-Bologna.
Questo video mostra le immagini di sabato sera, con le spiegazioni del nuovo regolamento prima dell’inizio del campionato, per spiegare ad arbitri e non solo come applicare le nuove norme.
Dal video sembra allora che il rigore ci sia. Chi ha sbagliato? Irrati? I suoi colleghi al Var? Siamo sicuri che i direttori di gara, sappiano il regolamento? In questo inizio campionato, anche altri 2 casi, hanno suscitato polemiche, come quello di Zielinski a Firenze e Cerri a Cagliari.
Il primo, leggendo la regola non è rigore: infatti, c’è scritto così: “non è un’infrazione se il pallone tocca le mani/ braccia del calciatore se proviene direttamente dalla testa o dal corpo, compresi i piedi (in questo caso Castrovilli), di un altro calciatore che è vicino“. Quindi, non era rigore.
Nicchi, ieri, ha espresso duramente delle frasi, che non sono piaciute agli appassionati. C’è bisogno di maggior chiarezza, non è questione di sudditanza psicologica, ma la gente pagante che va allo stadio vuole chiarezza.
O si fischiano tutti i falli, come riportato nel regolamento, o si cerca di rivederlo, perché la Serie A non ha la piena fiducia da parte di esperti, giornalisti e tifosi.

  •   
  •  
  •  
  •