Inter-Hellas Verona probabili formazioni: sarà Esposito contro Salcedo?

Pubblicato il autore: Giuseppe Colicchia Segui

INTER-HELLAS VERONA FORMAZIONI

Head coach Antonio Conte of Inter Milan shouts instructions to his players as they compete against Paris Saint-Germain F.C. during their International Super Cup football match in Macau, China, 27 July 2019. Portuguese midfielder Joao Mario scored the final spot-kick as Inter Milan beat Neymar-less Paris Saint-Germain on penalties in Macau on Saturday (27 July 2019). (Photo by Stringer – Imaginechina/Sipa USA)

Inter ed Hellas Verona si affronteranno nel match previsto per la dodicesima giornata di Serie A, il 9 Novembre alle ore 18:00 a San Siro. Le due squadre, vincenti entrambe nel turno precedente di campionato, vorranno ripetersi: l’Inter di Conte per continuare a rincorrere la Juventus di Sarri e magari superarla, l’Hellas di Juric per dare continuità di prestazioni e risultati, per avvicinarsi alla zona Europa e per quella che sarebbe una storica vittoria alla Scala del Calcio. Di seguito le probabili formazioni.

INTER-HELLAS VERONA FORMAZIONI: LE SCELTE DEGLI ALLENATORI


Cominciamo dall’Inter di Conte, che arriverà col fiato corto per questa partita che precede la pausa per le nazionali. Capitan Handanovic proteggerà i pali. In difesa ci sarà l’imprescindibile De Vrij, accompagnato da Godin e da Bastoni, che dovrebbe far riposare Skriniar. Sugli esterni Candreva, insidiato dall’ottima prova di Lazaro contro il Bologna, e Biraghi (con Candreva che potrebbe agire sul lato sinistro, liberando la corsia destra in favore di Lazaro). In cabina di regia possibile sorpresa con il ritorno di Stefano Sensi, magari con una staffetta nel corso della partita con Brozovic. A completare il reparto del centrocampo Barella e Vecino. In attacco la coppia prolifera Lautaro-Lukaku potrebbe non scendere in campo contro il Verona in favore di un probabile esordio da titolare di Sebastiano Esposito, che giocherebbe quindi al posto di uno dei due.

Juric si affiderà ancora a Silvestri per proteggere i pali, mentre in difesa, a causa dell’infortunio di Kumbulla, dovrebbero essere schierati Dawidowicz, Rrahmani e Gunter, al ritorno in campo dopo aver saltato la scorsa partita per una febbre. A centrocampo Pessina e Amrabat detteranno i tempi di gioco, sulle fasce confermati Lazovic e Faraoni, l’ex della partita. Per il reparto offensivo ci sono i maggiori dubbi di Juric che da un lato vorrà dare continuità a Salcedo dopo il gol nello scorso match di campionato, dall’altro non vorrà sbilanciarsi troppo, per non concedere grandi spazi all’Inter. Salcedo sarà in doppio ballottaggio con Stepinski per il ruolo di prima punta e con Zaccagni e Verre per il ruolo di trequartista.

Il classe 2002 Sebastiano Esposito potrebbe quindi andare ad affrontare in campo un altro giovanissimo, il suo ex compagno nella Primavera interista Eddie Salcedo (classe 2001), per quella che sarebbe una bella sfida tra giovani talenti Millennials del calcio italiano. Salcedo, che con il gol contro il Brescia è il secondo marcatore più giovane in assoluto di questa Serie A (dietro l’atalantino Traoré) ed Esposito, che avrà tutta la voglia di entrare, con prepotenza, in questa speciale classifica.

INTER-HELLAS VERONA FORMAZIONI

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Bastoni/Skriniar; Lazaro, Vecino, Sensi/Brozovic, Barella, Candreva/Biraghi; Lautaro/Lukaku, Esposito.
HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Amrabat, Pessina, Lazovic; Verre, Zaccagni; Salcedo/Stepinski.

  •   
  •  
  •  
  •