Atalanta, Luis Muriel in goal ma serve fare di più

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Getafe CF’s Raul Garcia Carnero (r) and Atalanta BC’s Luis Muriel during friendly match. August 10, 2019 in Getafe, Spain. (Photo by Acero/Alter Photos/Sipa USA)

Le statistiche molto spesso sono la verità di qualsiasi evento calcistico: numeri che danno l’impronta di quanto un giocatore abbia influito sia per sé stesso che per il risultato della propria squadra. Contesto significativo, ma che dimostra allo stesso tempo una sorta di copertura quando le cose non vanno per il verso giusto: in casa Atalanta questa situazione si chiama Luis Muriel. Il centravanti colombiano è arrivato a quota nove reti, ma nonostante le statistiche girino dalla sua parte, la discontinuità che lo ha caratterizzato in questi anni si è messa molto in evidenza, aldilà di quelli che sono i numeri registrati sul campo.

NON UNA SORPRESA, MA SERVE FARE DI PIÙ – Quando Luis Muriel è stato preso a luglio, si sapeva a cosa si andava incontro: un centravanti dalle potenzialità elevate, ma con una discontinuità da curare assolutamente. Nonostante ciò, l’ottimismo in casa Atalanta era elevato, con la consapevolezza che con un mister come Gasperini le cose potevano solo che migliorare. A livello di bilancio stiamo parlando di un giocatore che ha segnato nove reti stagionali, ma le sue comparse in campo sono state o perfette o completamente insufficienti: ci sono partite dove fa triplette e doppiette (questo spiega i tanti goal), e altre dove sembra essere praticamente assente. Contro il Verona ha sbagliato completamente approccio: passaggi sbagliati, occasioni sprecate, mancanza di costruzione e poca incisività. Certo, il rigore realizzato era un tassello importante ai fini del risultato finale, ma non si può nascondere tutto sotto il tappeto. Come ha detto molte volte Gasperini: “Deve e può fare di più“. Certo, a Bergamo sono convinti che sia solo una semplice questione di tempo, ma in un contesto come questo serve il suo appoggio sotto tutti i punti di vista: specialmente quando gioca titolare tutte le partita visto che fermo ai box c’è un certo Duvan Zapata.

  •   
  •  
  •  
  •