Atalanta, Luis Muriel spezza la maledizione della maglia “9”

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

L’Atalanta è sicuramente lanciata sotto tutti i punti di vista: quinto posto in classifica, attacco migliore della Serie A (consolidando il risultato della straordinaria stagione scorsa), buon gioco e una squadra sempre affamata e puntata all’attacco. Da quattro anni a sta parte abbiamo visto molte volte la Dea battere record su record: punti, goal fatti, girone d’andata e ritorno. Ci sono però quelle vicende che, sia da una visione statistica che romantica, suscitano sempre grande curiosità. Stiamo parlando ovviamente dell’attaccante colombiano Luis Muriel che, nel 5-0 contro il Milan, ha spezzato una “maledizione” che durava da circa 12 anni: far arrivare una maglia numero 9 in doppia cifra.

CON MURIEL MALEDIZIONE SPEZZATA: ERA DAI TEMPI DI ZAMPAGNA – L’ultima volta che un giocatore dell’Atalanta è arrivato in doppia cifra è stato Riccardo Zampagna nella stagione 2006/2007. Da lì in avanti poca roba in termini di centravanti: da Robert Acquafresca al vichingo Cornelius, ma la “9” sembrava una vera e propria maledizione. Dopo 12 anni però ha trovato un domatore che fin dalla prima giornata sembrava cambiare rotta ad una maglia particolare come questa: dieci goal che spazzano via questo “tormento” sia curioso che statistico. Spezzare tutto ciò siglando la quinta rete è sensazionale, farlo contro una diretta concorrente che quella maledizione della “9” è consolidata dai tempi di Pippo Inzaghi vale doppio.

  •   
  •  
  •  
  •